‘RADIO PENSIERI’, FOCOLARI: “Stimo Mayoral, ma non può prendere il posto di Dzeko”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Piero Torri (Tele Radio Stereo – 92,7): “Al momento nella testa di Fonseca c’è ancora Bruno Peres avanti nelle gerarchie. Il tecnico dovrà valutare Reynolds, soprattutto perché spesso non consideriamo il post Covid. Kumbulla ha avuto problemi, Dzeko anche non è stato brillante fisicamente. Solo Cuadrado lo ha smaltito bene e non a caso è il giocatore che temo di più per la gara di sabato prossimo“.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma era sesta prima di iniziare la partita con il Verona e veniva da una settimana difficile, ma nonostante le pressioni è riuscita a vincere e convincere. Mayoral è più di un vice Dzeko, aveva tutto il peso sulle sue spalle e ha superato la prova alla grande: sarebbe bello vederlo in campo assieme a Dzeko. Mi ha stupito che il bosniaco sia rimasto a parlare durante la partita contro un avversario come Kalinic: l’attaccante al momento è sicuro di sé, il comportamento di ieri in tribuna lo dimostra e in parte sente ancora di essere il capitano. La difesa è un problema, è quella che subisce più gol tra le prime 11 e Smalling non è quello dello scorso anno. Sarà bene che la Roma inizi a vincere i big match, non credo possa fare percorso netto con le piccole anche nel girone di ritorno. Villar e Mayoral hanno fatto bene con le piccole ma con le grandi sono spariti: sono giovani, bisogna dargli tempo senza riempirli di complimenti”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Mi ha sbalordito la facilità con cui la Roma ha trovato subito il gol. Spinazzola è il vero schema alternativo della Roma e Mkhitaryan sta dando dimostrazioni inaspettate di sé. Per il futuro va risolto il caso Dzeko, deve rientrare al meglio altrimenti sarà meglio rinunciare a lui”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Ho visto una grande prova della Roma, ha dominato l’avversario già nel primo tempo. Smalling è il vero difensore decisivo, il suo inizio difficile sta pesando. La forza dei giallorossi sta nel reparto offensivo e negli esterni. Mayoral ha tutta la mia stima, ma affidargli il ruolo di Dzeko mi sembra eccessivo. La situazione col bosniaco va risolta, la Roma non può permettersi di tenerlo fuori”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Ibanez per me nei prossimi anni diventerà tra i 5 migliori difensori del mondo: è il nuovo Marquinhos”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma prende tanti gol perché gioca senza portiere e il modulo lascia spesso scoperta la difesa. Contro le grandi non hanno giocato male solo Villar o Mayoral, anche gli altri hanno deluso. Su Dzeko la situazione è molto chiara, il bosniaco è prigioniero del suo contratto onerosissimo, che nessuna squadra può permettersi”.

Guido D’Ubaldo (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Ieri è arrivata la dimostrazione della coesione tra Fonseca e la squadra. La prestazione della Roma è stata importante, i giallorossi hanno dimostrato di non essere terzi per caso. Smalling resta un formidabile marcatore, ma in questo momento la sua condizione è un problema. Rinunciare a Dzeko per una questione personale sarebbe sciocco, la situazione va gestita con buon senso per il bene della Roma”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “La Roma merita applausi per quello che sta facendo in questo campionato. La difesa della Roma? E’ in crescita, ma prima di dire che è un pacchetto difficile da migliorare ci penserei. Villar ha tutto per diventare un grandissimo centrocampista, ha una classe e una personalità che corrisponde a quella dei più forti”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Temevo molto il Verona, è stata una grande vittoria di Fonseca. La Roma è lì, per ora il lavoro del tecnico non è in discussione nonostante le rovinose cadute e i successivi strascichi. Quella con la Juve è una prova del 9, mi sembra ci arrivi meglio delle altre volte: non mi aspetto un’altra caduta rovinosa. Dzeko convocato con la Juve? Non credo e dovesse succedere non giocherebbe comunque. Pinto si è fatto un po’ prendere per l’orecchio in questi ultimi giorni, la Roma non può permetterselo”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport 101.5): “La Roma vista ieri era molto compatta, ha rispettato l’avversario e ha messo aggressività e verticalità. Con il Verona non ci sono stati cali di tensione, è una vittoria di valore. Questa stagione è talmente particolare che forse è il caso di non sbilanciarsi più nei giudizi: se i giallorossi centrano la Champions si può anche mandare via Fonseca, ma il portoghese lascerebbe da assoluto vincitore. Dzeko ha sbagliato e meritava di essere punito, ma credo an che che una parte della squadra gli abbia voltato le spalle quando ha cercato consensi”.

Alessandro Austini (Teleradiostereo – 92,7): “Il gol non è colpa di Pau Lopez, però deve parare di più. Se Silvestri aveva una possibilità di venire alla Roma, se ne è giocata una gran parte. Ha dimostrato che non è capace a gestire la pressione. La Roma dovrebbe lavorare su un aspetto: quando è in vantaggio di due gol e mancano pochi minuti, ci sarà pure un modo per non lasciare tutto quel campo agli avversari. Perché si deve continuare a rischiare? Io adesso mi aspetto che Fonseca trovi il modo di utilizzare Dzeko, anche se parte dalla ragione non deve passare dalla parte del torto come fece Spalletti con Totti. Ma a Torino, per gli equilibri del gruppo, deve giocare Mayoral“.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma sta cercando uno scambio di prestiti con il Chelsea tra Dzeko e Giroud“.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “La foto di giornata della Roma è Borja Mayoral. Avevo dei timori sulla Roma, non so cosa sia successo ma il primo tempo di ieri sembrava una squadra di Serie C contro il Real Madrid. La Roma ha fatto cose bellissime, Mkhitaryan è stato strepitoso, Pellegrini eccezionale e Mayoral in questo momento è bravo, si impegna bene e ha tecnica”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino – 104,5): “Vedere Dzeko in tribuna con la Roma continua a vincere, la cosa fa riflettere. Secondo me anche oggi proveranno a sistemare Dzeko, ma non è facile. O si troverà un’altra situazione tipo Sanchez, ma è difficile che in poche ore si possa sbloccare qualcosa, oppure Dzeko resta a Roma. Qualcosa potrebbe rispuntare in queste ore, ma l’ultimo girono è una grande rincorsa, vediamo cosa succede.”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La vittoria più sorprendente di ieri è stata quella della Roma per come si è formata, in un tempo. Credo che l’unico problema sia quello di Dzeko, se è ancora un problema. Non capisco cosa abbia da ridere Edin in tribuna, mah… Ieri Mkhitaryan e Pellegrini tra i migliori, così anche Spinazzola che sulla fascia fa quello che vuole. L’assenza di Pellegrini a Torino sarà pesante. La Roma sta dimostrando di poter fare a meno di Dzeko. La classifica della Roma è molto buona e meritata, vediamo cosa succede contro la Juve: se vince a Torino si può pensare a lottare per il vertice”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma senza Dzeko gioca più tranquilla, perché non ha la necessità di cercarlo e non ha lui che si sfoga quando gliela passano male. La Roma sta facendo bene, è in linea con la forza dell’organico. Purtroppo tutti sono in attesa di una sconfitta per dire quanto manca Dzeko. Il bosniaco quest’anno ha dato l’apporto di un giocatore medio. La squadra sta facendo bene anche e soprattutto per merito del tecnico. Ieri solo qualche piccola sbavatura in difesa”. 

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Roma senza Dzeko ha solo da perdere, perché lui è un gran bel giocatore e i numeri lo dimostrano. La Roma è al terzo posto, quest’anno mi ha sempre convinto. Le prospettive sono eccellenti soprattutto se recupera uno come Dzeko. Ieri i giallorossi hann dominato la partita, ora devono confermare questo. La squadra e il tecnico non meritano giudizi netti ad ogni partita. Credo molto nella Roma. Domenica Juve-Roma è da tripla”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy