Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, LENGUA: “Serve un’alternativa valida ad Abraham”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalistiex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Mario Sconcerti (Tele Radio Stereo 92.7): “Non so quale possa essere la chiave giusta per battere il Leicester perché non li conosco e perché Mourinho cambia molto il modo di giocare a seconda della partita. Nella partita contro l’Inter è stato un errore mettere Pellegrini su Brozovic perché quest’ultimo è poco limitabile. Inoltre, dequalifichi il numero 7".

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): “Le due squadre sono dello stesso valore e in trasferta sarà difficile. Un pareggio sarebbe buono per la Roma. Zaniolo non so in che condizioni fisiche è, da lui ci si aspetta la giocata che possa risolvere la partita. Abraham è la novità più interessante da quando è arrivato Mourinho".

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): “La Roma è più forte del Leicester, i giallorossi sono una squadra normale e ha ragione Mourinho quando dice che ha alcuni difetti ma gli inglesi non mi sembrano imbattibili. La Roma deve dimostrare sul campo di essere più forte. Mi sembra una partita all’altezza. Zaniolo lo farei giocare sempre. La Roma rischia tanto in difesa, il suo problema è capire come possono giocare Mancini e Ibanez. Giocheranno sotto pressione. Nella Roma segna solo Abraham, dopo di lui c’è Pellegrini".

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): “Penso che sia un turno difficile, non credo che la Roma sia più forte del Leicester. Si pensa che le squadre italiane siano meglio di quelle straniere ma non è così. I giallorossi sono arrivati alla semifinale anche con fortuna senza giocare bene. Il compito della Roma per domani è quello di tenere le porte aperte per il ritorno. Se giocasse Zaniolo resterebbe fuori Oliveira e visti i ritmi del portoghese potrebbe essere una scelta giusta. Non esiste il problema Abraham, con l’Inter non ha segnato perché la squadra non ha girato. Ci mette sempre l’anima durante le partite".

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): “Il campionato inglese è più difficile. La Roma non è meno forte del Leicester però giocano ad un altro ritmo in Premier League. La partita di ritorno sarà diversa perché fuori casa le squadre inglesi perdono molto. Oliveira è un buon giocatore ma niente di più".

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio - 104,5): “Probabilmente giocherà Zaniolo, la formazione dovrebbe essere quella che ha battuto il Bodo. Oggi si sono allenati, saranno tutti a disposizione. Abraham sta segnando di meno in campionato però è l’insieme che conta. La Roma ha perso solo la gara con l’Inter. Nel turno precedente le inseguitrici hanno tutte perso e adesso il calendario è più semplice e può confermare il quinto posto. Tammy deve continuare a incidere e dare continuità alle sue prestazioni. Ci può stare un periodo di flessione ma non ci sono giocatori che possono prendere il suo posto. Il peso dell’attacco è sulle spalle di Abraham, non va criticato lui ma va esortata la società a prendere un’alternativa valida a lui. Zaniolo nella partita con il Porto aveva giocato da esterno d’attacco mentre nella partita di esordio con il Real era nei tre di centrocampo".

Ugo Trani (Centro Suono Sport - 101,5/Te la do io Tokyo): “Con i soldi della vittoria della Conference ci potresti prendere un buon terzino destro. Xhaka andava preso prima di Natale che stava giocando poco e si era fatto male. Douglas Luiz sarebbe un ottimo calciatore ma l’operazione complessiva arriva a costare 80 milioni. La gente si sta rendendo conto che questa squadra va rifatta e non bastano 3 acquisti. Pinto non si è messo 8 al mercato perché non ha preso il regista, se vinciamo la coppa potrebbe mettersi 9. Qualcuno dice che se non si vince la Conference è un fallimento, mi sembra esagerato. Se la Roma non dovesse vincerla daranno la colpa a Mourinho. Dalot con la difesa a 4 sarebbe più utile di Karsdorp. Mi auguro che il prestito di Maitland sia un favore fatto all’Arsenal per prendere Xhaka ma non credo".

Francesco Balzani (Centro Suono Sport - 101,5/Te la do io Tokyo): “Xhaka rimarrà all’Arsenal. Mourinho punta sempre ai giocatori della Premier e ieri abbiamo capito il perché. Basta che non arrivi un altro Maitland-Niles. Matic è un giocatore che puoi prendere ed è stato offerto ma la Roma non lo vuole. Douglas Luiz è un ottimo calciatore ma servono 40 milioni. Pinto era sicuro di prendere Xhaka ma con quelle squadre devi essere scaltro perché non hanno bisogno di soldi. E' stato abbandonato il calciomercato in Brasile in questi ultimi anni. Qualsiasi squadra inglese può mettere in difficoltà una italiana".

Furio Focolari (Radio Radio Mattino - 104,5): “La partita soprattutto quella dell’andata è aperta a qualsiasi risultato. Gli inglesi attaccano ma commettono errori dietro, quindi si può arrivare anche in rete”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino - 104,5): “Partita impostante quella di domani, mi piace l’idea di Mourinho di giocarsela in maniera offensiva. Arriva un bel messaggio sulla qualità del gioco in uno scenario meraviglioso. Sono due squadre con la stagione appesa a questa competizione. Credo che Mkhitaryan sia destinato a rimanere a Roma è un grande giocatore”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104,5): “Bisogna stare attenti sarà una partita dura: sarà un ritmo che la Roma potrà soffrire, soprattutto in difesa. Se vai sotto poi è difficile. In trasferta la squadra ha avuto sempre delle difficoltà, anche se mi auguro che non le abbia domani sera. È fondamentale che chi ha giocato in Inghilterra si faccia punto di riferimento per la squadra. Mourinho conosce benissimo la Premier e deve essere un vantaggio, non è una partita impossibile ma non sono ammessi cali di tensione”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino - 104,5): “Non bisogna sottovalutare il Leicester, una squadra 6-10 in Inghilterra sarebbe seconda nel nostro campionato. Gli inglesi attaccano alzano l’intensità ma a livello tattico non sono molto intelligenti. Mkhitaryan ha molta qualità tecnica anche rispetto a Zaniolo”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino - 104,5): “Partita difficile proprio per il valore delle due squadre. La Roma deve stare attenta nella parte inziale, la tradizione delle rose inglese è quella di partire a duemila. Il doppio confronto si potrà decidere su alcuni episodi, non vedo una favorita all’altra”.