‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Roma, sarà una tempesta calma fino a fine anno”

‘RADIO PENSIERI’, DOTTO: “Roma, sarà una tempesta calma fino a fine anno”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Giancarlo Dotto (Teleradiostereo 92,7): “Mi risulta vero la separazione con Monchi a fine stagione, quando si tireranno le somme. Sarà una tempestosa calma fino a fine anno, si proverà a non contenere i danni. Il Perotti vero e magnifico l’abbiamo visto l’ultima volta col Genoa all’Olimpico, con lui la Roma cambia”.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “La sensazione è che ci sia all’orizzonte, in casa Roma, un’altra rivoluzione sportiva, l’ennesima da quando si è insediata questa proprietà. Se Baldini ha realmente incontrato Sarri è oggettivo che la Roma sia alla ricerca di un nuovo tecnico, che Monchi sia stato palesemente scavalcato e che il suddetto Baldini, al contrario di quanto si era scritto e detto, non si è mai realmente allontanato dalla Roma, ma in pochi onestamente c’avevano creduto. Sarri è un valorizzatore, è un allenatore che ha dato spettacolo nel recente passato, ma non è un vincente e ha degli enormi limiti caratteriali, che stanno emergendo anche al Chelsea. Conservo ancora la speranza che qualora la Roma decida di separarsi da Di Francesco, possa puntare finalmente su un top manager come Conte”.

Mario Corsi (Te la do io Tokyo/Centro Suono Sport – 101,5): “Ieri Simeone nel post-gara ha fatto un discorso spettacolare. È della Lazio, lo so, ma va detto. Simeone ha fatto un discorso da applausi ‘Io quando sono arrivato qui conoscevo tutto: ambiente, magazziniere e tutti i tifosi, seggiolino per seggiolino – poi ha continuato – Qui la gente voleva vincere contro i potenti, e io voglio che i giocatori lottino in campo, su ogni pallone’. E allora mi sono detto, tra me e me: magari avercelo uno così in panchina. Simeone ieri ogni due minuti andava da Morata che si stava riscaldando per caricarlo, se l’è presa con la Juventus perché non è tornata in campo subito all’inizio del secondo tempo. L’Atletico è una squadra di giocatori antipatici, è vero…magari averceli tutti e undici, sono un mucchio selvaggio. Poi dobbiamo dosare bene le parole fuoriclasse o campione. Prendete Dybala e Griezmann e giudicate le due prestazioni…ci sono delle differenze? Io penso proprio di sì: Griezmann in partite di questo tipo si esalta e fa la differenza, Dybala no, sparisce. Facciamo una squadra modello Atletico, ma Atletico veramente. Abbiamo a Roma dei giocatori così cattivi? Pochi. Abbiamo Zaniolo, De Rossi, che però è un classe ’83, Manolas che in una squadra del genere si esalterebbe, ma poi basta, sono finiti i giocatori ‘cattivi’”.

Alessandro Austini (Tele Radio Stereo – 92,7): “Nel calcio italiano sono tutti convinti che Monchi ormai è un ex direttore sportivo della Roma. E allora mi chiedo, ora chi lo fa il mercato? La Roma ha bisogno di un’alternativa. L’unica possibilità oggi come oggi è Frederic Massara, apprezzato nel mondo del calcio e nella Roma. Florenzi sabato? Per me no, è diffidato e non è al 100%. Sabato mi aspetto una difesa con Santon e Kolarov sulle fasce, Fazio e Jesus centrali.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “Mi stupisce il momento in cui la Roma pensa a Sarri, proprio mentre il tecnico toscano sta andando così male.L’idea di scaricare Di Francesco non è quella più idonea come tempistica, perché ci sono in programma partite fondamentali e crea disturbo.I giocatori su queste cose sono micidiali”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104.5): “Sarri? Inopportuno il momento in cui pensi al tecnico, specialmente durante il bruttissimo periodo che sta passando a Londra. E inopportuno anche per Di Francesco parlare di Sarri adesso, in un periodo in cui il tecnico giallorosso sembra aver risistemato il quadro della squadra. La piazza di Roma per Sarri? Se comincia bene da subito si, è una buona piazza. Altrimenti lo fanno fuori istantaneamente. Dovrebbe essere convincente da subito vincendo un filone iniziale di partite”.

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “E’ grave che per la Roma scelga Baldini. Monchi a che serve? Fare uscire oggi queste notizie può essere pericoloso per la squadra che adesso sa che Di Francesco è di passaggio. Il club, così, crea alibi per i giocatori ed è ingeneroso per il tecnico”.

Nando Orsi (Radio Radio Mattino – 104,5): “Sarri alla Roma sarebbe un bel colpo. E’ un ottimo allenatore, ma gli servono giocatori con caratteristiche particolari. E’ un tecnico che lascia un’impronta. La Roma provò già con Luis Enrique a fare questa scelta, a Baldini piacciono questo tipo di allenatori. Fare uscire oggi questa notizia può destabilizzare l’ambiente. La Roma ha la possibilità di arrivare quarta ed eliminare il Porto in Champions. L’ambiente e lo spogliatoio della squadra vive su fili di sensibilità molto leggeri”.

Claudio Moroni (Centro Suono Sport – 101,5): ” Un manager ragiona così: se ho i soldi per fare uno squadrone chiamo un allenatore tipo Conte o Mourino; se vado avanti con la solita politica economica (plusvalenze) mi tengo Difra. Potrei pensare a un cambio con un pari grado (Giampaolo); ma non Sarri. Questi presuppone una rivoluzione (ritiri, preparazione, tattica, gioco) che la Roma non si può permettere e che non porterebbe titoli. A Eusebio gli devi acquistare un regista, un centrale difensivo e un terzino sinistro (in attesa della maturazione di Luca Pellegrini). Il tutto, aspettando il risultato col Porto e la classifica finale”.

Salvatore D’Arminio (Centro Suono Sport – 101,5): “Sarri ha fallito al Chelsea, ma ci ha fatto vedere il miglior calcio degli ultimi  20 anni in Serie A e in Europa, e potrebbe portare alla Roma quell’entusiasmo che Di Francesco non ha. Contro la Lazio e il Porto il tecnico si gioca molto, ma sono soprattutto i giocatori a giocarsi futuro e credibilità”.

Tiziano Moroni (Centro Suono Sport – 101,5): “Anche qualora Di Francesco dovesse fallire la sua stagione, Sarri per me non sarebbe adatto per la Roma, club abituato a cambiare molti giocatori e lui non è abituato e soprattutto perché la Roma ha una rosa molto fisica e non tecnica quanto richiede il calcio di Sarri”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Milellone - 1 anno fa

    Ancora mettete interventi e commenti dei laziali di RadioRadio? O di Mario Corsi? Se siete vicini editorialmente a queste radio, male male…per me sarebbe una delusione…ve lo dice un utente che vi segue da tempo! Non è meglio inserire solo i commenti degli speaker di TeleRadioStereo, Retesport, 1927 e al massimo i romanisti di RR (quali Pruzzo, d’ubaldo, Ferrajolo, Francesco di giovanbattista)?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy