Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

rubriche

‘RADIO PENSIERI’, TRANI: “Nonostante la sconfitta ho visto una Roma in salute”

Getty Images

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

Redazione

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d'Italia. Una pluralità di stazioni che fungono da piattaforma, una schiera di giornalistiex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche:

Luigi Ferrajolo (Radio Radio pomeriggio 104.5): “La Roma non ha fatto un passo indietro, grande merito è stato dell’Inter, ha dei giocatori di grande qualità. L’Inter ha dato grande prova del suo valore. Al momento la Roma non può lottare con l’Inter. L’assenza di Cristante a Milano ha pesato tanto e il suo rientro contro il Leicester è fondamentale. Zalewski a Milano non ha fatto molto male, ha avuto anche degli spunti di personalità. Il mistero è su Vina e Veretout".  

Gianluca Lengua (Radio Radio pomeriggio 104.5): “Mourinho cosa doveva dire? Che la Roma è allo stesso livello dell’Inter? È evidente che sia più forte della Roma. Contro il Leicester mi aspetto la stessa squadra che ha battuto il Bodo. Bove è un giocatore che Mourinho ha voluto tenere per far crescere ma secondo me questi giocatori devono andare a fare esperienza lontano dalla Capitale. Per Zalewski invece è stata fatta di necessità virtù. Rispetto alle semifinali di Europa League e Champions, l’avversario è di livello inferiore ma è pur vero che è inferiore anche la Roma attuale rispetto a quella di allora. La Roma ha buttato dalla finestra tante occasioni per lottare per il quarto posto, in primis la partita contro la Juve persa in rimonta".

Ugo Trani (Centro Suono Sport - 101.5/Te la do io Tokyo): “L’Inter è più forte, questa non è stata come la partita dell’andata dove ti avevano ammazzato. Dopo mezz’ora Mancini doveva fare gol, e sarebbe stata un’altra partita. Mi dispiace che la Roma abbia iniziato tardi a giocarsi questo campionato. La Roma ha messo in campo una squadra super offensiva, non ha fatto una partita difensiva. Per Mourinho era più importante la coppa altrimenti Cristante avrebbe preso un antidolorifico e avrebbe giocato. Alla luce dei risultati delle altre, è quasi come se avesse vinto. Nonostante la sconfitta, ho visto una Roma comunque in salute. La vittoria della Conference cambierebbe qualcosa in ottica mercato perché qualche soldo entrerebbe ma sarebbero sempre meno di quelli che servono. La garanzia Mourinho ancora mi convince. Contro il Leicester giocherà la squadra migliore, ci sarà Zaniolo, si è anche riposato per cui è al top. Contro il Leicester non devi farti prendere in contropiede come fatto sul gol di Dumfries”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport - 101.5/Te la do io Tokyo): “La Roma aveva preparato la partita abbastanza bene, il problema è che la differenza fisica e tecnica in campo era ampia. La Roma oggi è inferiore all’Inter e salvo episodi il risultato sarà sempre questo se non si rinforza la squadra. Il mercato dovrà essere importante. A Milano non ho visto una squadra arrendista. Il centrocampo era troppo leggero, ci penserei bene prima di riscattare Oliveira. Vedo tanto impegno ma alcuni non sono giocatori di livello. Pinto dovrebbe rivedersi la partita per rendersi conto che i peggiori in campo li ha portati lui. Ho paura che ci sarà ancora troppo Pinto rispetto a Mourinho nel prossimo mercato. Se il Leicester lo porti in Italia arriva tranquillamente in Champions League". 

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): "La Roma diventerà una squadra migliore quando darà l'impressione in tutte le partite darà fino all'ultima goccia di sudore. Mourinho ha migliorato le cose, Fonseca lo scorso anno ha abbandonato totalmente il campionato mentre quest'anno no. Però ci sono sempre partite come Roma-Salernitana, non ha finito il suo percorso. Roma deve riscoprire l'interesse anche per le piccole tappe. Contro il Leicester temo la loro intensità e il loro ritmo. Mi aspetto la stessa formazione di Roma-Bodo".

Furio Focalari (Radio Radio Mattino - 104,5): "Sarò molto critico con la Roma e con il suo ambiente. Mourinho veniva da 12 risultati utili consecutivi ma 5 pareggi di questi non sono stati fondamentali. Non ci trovo nulla di strano che l’Inter abbia vinto. Il tecnico ancora una volta è forte sulla comunicazione nel post partita, ma la sua squadra ha preso 8 gol nelle ultime 3 partite. La Roma se vuole competere deve cambiare".

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino - 104,5): "Non mi ha dato l'impressione di una squadra allo sbando contro l'Inter, ma era meglio vincere. Questa sconfitta sotto certi aspetti può far bene per la partita di giovedì di altissimo livello. Se la Roma vuole competere per il quarto posto non può pensare di farlo con 4-5 giocatori che adesso giocano titolari".

Nando Orsi (Radio Radio Mattino - 104,5): “L’Inter ha scherzato con la Roma 3-0 facile, poi la Roma ha comunque reagito. Mourinho è un grande allenatore ma per fare questi punti in classifica non serviva lui”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino - 104,5): “La Roma non perdeva da tante partite e non mi ha dato la sensazione di una squadra in difficoltà contro l’Inter.”