‘RADIO PENSIERI’, GENTILE: “Era più forte l’Inter dell’andata”, PARDO: “Roma-Inter sfida molto bella, anche senza pubblico”

‘RADIO PENSIERI’, GENTILE: “Era più forte l’Inter dell’andata”, PARDO: “Roma-Inter sfida molto bella, anche senza pubblico”

di finconsadmin

(Redazione ForzaRoma.info) Continua anche oggi la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.(AGGIORNA)
 
LUCA FALLICA (Teleradiostereo): “Sabatini il rinnovo se l’è meritato: anche se Pallotta non è un presidente che guarda i numeri, credo che sia stato spinto a proporre un rinnovo pluriennale al ds proprio grazie alle plusvalenze che ha fatto con giocatori come Marquinhos e Lamela. Inoltre un rinnovo così lungo è inedito per Sabatini che era sempre andato di anno in anno, per sua stessa dichiarazione: evidentemente si lega fortemente al progetto Roma. ”

 

PIERLUIGI PARDO (Teleradiostereo): “La stagione della Roma rende la sfida con l’Inter molto bella, anche senza pubblico allo stadio, visti gli obiettivi che ci sono ancora in gioco: farà registrare sicuramente grandi ascolti. Pjanic secondo me sta bene e si sta gestendo per quel problemino al ginocchio; l’importante sarà valutare le condizioni di Gervinho. Per quanto riguarda l’Inter, verrà all’Olimpico per giocarsi la partita, di solito trova difficoltà con le piccole che si chiudono molto, mentre la Roma giustamente lascia più spazi.”

 

ENRICO MAIDA (Rete Sport): “La Juve affronterà il Milan. Dei rossoneri mi ha sorpreso Taarabt. Nemmeno il Milan si era accorto del giocatore che aveva preso. La moviola? Si potrebbe mettere anche nei campi di dilettanti, avrebbe anche più senso perchè non ci sono sei arbitri. Con l’eventuale introduzione della moviola in campo, si risparmierebbe, e molto, sugli arbitri addizionali. In uno scenario simile non avrebbero più senso”

 

ROBERTO BERNABAI (Rete Sport): “Conte? Solo un gran motivatore e, giudicandolo obiettivamente come tecnico e non come persona, non si può dire che non sia un buon tecnico. Certo, alcune sue esternazioni non le condivido, ma c’è da dire che quando esagera lo fa con una logica. A me comunque certi suoi atteggiamenti un po’ studiati danno fastidio. Quando le cose non vanno bene lui prende le distanze dalla squadra, non lo trovo giusto. Un allenatore dovrebbe agire diversamente”

 

MIMMO FERRETTI (Tele Radio Stereo): “Bastos ancora non è in grado di fare il titolare. Se Florenzi non è abile per iniziare la partita, a quel punto Gervinho deve per forza giocare. L’importante però è il risultato finale. E’ una partita molto scivolosa.L’Inter sta vivendo un momento buono a livello psicologico. Si sentono in crescita hanno più autostima e poi c’è il fatto che lo stadio sarà semivuoto, più di Roma-Sampdoria e quelli dell’Inter saranno molti, circa tremila. La Roma deve giocare serena e mettere da parte il nervosismo”

 

ALESSANDRO ANGELONI (Rete Sport): “La Juve e Napoli risentiranno delle fatiche dei prossimi impegni di Europa League, ma io mi preoccuperei di più per Roma-Inter visto che la squadra di Garcia sta attraversando un momento un p’ critico dal punto di vista fisico. La Roma affronta un momento cruciale della stagione senza alcuni giocatori fondamentali”

 

RICCARDO GENTILE (Rete Sport): “Ieri sera abbiamo capito che ha ragione Garcia quando dice che le fatiche di Coppa si faranno sentire per Juve e Napoli. Paradossalmente l’Inter migliore è quella di inizio stagione battuta a Milano dalla Roma”

 

PIERO TORRI (Tele Radio Stereo): “Indipendentemente dal Sindaco che troverà credo che il progetto dello Stadio andrà avanti senza problemi. Se la Roma riesce a costruirlo siamo destinati ad un futuro ancor più roseo, destinata a rimanere nell’elite del calcio italiano a prescindere. Sono strafelice per il rinnovo di Sabatini, io l’ho difeso anche nel momento peggiore di questa nuova Roma. Quando lui ha scommesso soldi su un giovane non ha mai toppato. Ci sono stati anche errori quasi tutti imputabili ad allenatori precedenti: Lui si è trovato bene con la piena libertà d’azione dove da il meglio di se stesso. Mi ha confidato che andrà via dalla Roma solo quando i giallorossi vinceranno lo scudetto”

 

 

DAVID ROSSI (Tele Radio Stereo):Sabatini è il primo a crederci, è il primo che vuole dare senso compiuto al lavoro di questi anni. Questa è la certificazione della sensazione che abbiamo avuto un po’ tutti: senza Baldini Sabatini ha potuto esprimersi al 100%. Abbiamo la certezza che ogni anno sul mercato ci saranno fuochi d’artificio, che si continuerà a lavorare sui giovani. Sabatini è la certificazione di questa Roma. Pallotta adora Sabatini. Mi piace che in tutto questo processo passi in secondo piano Baldissoni: è sua l’idea di legare Walter alla Roma per tre anni. Tra i due c’è un rapporto straordinario, il lavoro di uno non calpesta di un centimentro l’operato dell’altro.La situazione del Comune di Roma complica un po’, a livello d’immagine, il progetto dello Stadio della Roma, perchè qualcuno si opporrà ad una spesa del genere, quando invece sarà una cosa che porterà lavoro a Roma. E’ chiaro che tutto deve essere fatto nella massima trasparenza nel pieno rispetto del tessuto urbano dell’impatto ambientale e a vantaggio di Roma e dei romani” 

 

 

UGO TRANI (Rete Sport): “L’obiettivo della Roma per le prossime giornate è non sbandare, perchè le altre lo faranno. Vedo delle designazioni arbitrali allucinanti. Io temo molto Bergonzi. L’Inter che arriva domani sera vista leggendo la formazione è la più forte tra quelle impiegate da Mazzarri, ma poi bisogna vedere in campo. Handanovic sta vivendo una delle peggiori annate nella sua carriera”

 

 

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio): “Sabatini resta fino al 2017. Penso che sarebbe stato un pazzo a cambiare, anche perché è una situazione allettante, ci sono degli assetti che cambieranno. Roma–Inter e Napoli–Roma saranno due partite fondamentali per i giallorossi”.

 

 

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Sabatini ha trovato nella Roma il suo habitat naturale. A lui piace comprare e vendere. La società in questo gli permette di lavorare come vuole lui: ho perso il conto dei giocatori presi e venduti dalla Roma. Trenta? Quaranta? Non lo so… Quest’anno c’è un uomo pragmatico come Garcia che ha imposto l’acquisti di alcuni giocatori, come Gervinho che Sabatini non voleva. Sabatini unito al pragmatismo di Garcia è la miscela perfetta“.

 

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “Ora che fa da solo, Sabatini dimostra la sua bravura. Fa bene a non parlare più, perché quando parla fa solo danni. Ha fatto delle conferenze stampa dove ha fatto dei danni. Lui è il massimo come direttore sportivo, non come uomo di comunicazione. In questo turno la situazione è favorevole alla Roma, dove potrà recuperare qualche punto, mentre la prossima è favorevole alla Juventus. Saranno due turni di campionato decisivi“.

 

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Sabatini quest’anno ha fatto un capolavoro, ha venduto e incassato, riuscendo al tempo stesso a rafforzare la squadra. Le chiacchiere stanno a zero. In previsione dell’Europa che conta questa cosa del vendere e migliorare la squadra è complicata. Stavolta dovrai fare degli investimenti, e la cosa sarà diversa

 

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “Il rinnovo di Sabatini è un grandissimo gesto di questa Roma, lui ha fatto cose strabilianti quest’anno. Da quando comanda lui perchè se n’è andato Baldini, le cose sono migliorate. Raramente ho visto una campagna acquisti che ha dato così tanto ad una stagione di un Club. Per domani sera dico che la Roma deve stare attenta”

 

LUCA VALDISERRI (Rete Sport): “E’ un Inter migliore rispetto all’andata mentre la Roma sta meno bene. Mazzarri ha messo da parte gli uomini storici. Una squadra che ha in mezzo Hernanes e Guarin e davanti Palacio è comunque una formazione scorbutica. Mettici anche il fatto dell’ambiente, con l’assenza delle curve e dei Distinti…”

 

TIZIANO CARMELLINI (Radio Manà Manà Sport): “Possiamo dare un voto molto alto per la stagione, il rinnovo di Sabatini è un bel segnale di continuità, un riconoscimento delle sue capacità. Ma anche lui crede in questa Roma. Unicredit è stato coerente nel perseguire una exit line, il cinese rileverà le quote dell’istituto di credito”.

 

FABIO MACCHERONI (Radio Manà Manà Sport): “Non è facile calarsi nel campionato italiano, nei primi due anni di questa gestione si sono fatti degli errori, anzi tutto è andato storto. Forse c’era la necessità di passare qualche dolore per arrivare a questo punto. Per dare un voto a questa società ora dobbiamo solo aspettare la lode perché sta facendo cose egregie sotto tutti i profili, sta continuando a seminare attraverso un percorso”.

 

MICHELE GIAMMARIOLI (Radio Manà Manà Sport): “Mi prenderei Marchetti, ha la giusta età e soprattutto esperienza. Mi sembrerebbe ideale. Con il rinnovo di Sabatini la società ha messo a segno un altro colpo, se prima il voto era alto, ora è da 9-9.5″

 

ANGELO DI LIVIO  (Radio Manà Manà Sport): La società ha fatto un gran colpo, blindando Sabatini. Bravo Pallotta a non far andar via un uomo fondamentale che ha fondato questa Roma. È uno degli elementi fondamentali, sta lavorando molto bene e anche in prospettiva”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy