‘RADIO PENSIERI’, VOCALELLI: “Un errore rinunciare a Dzeko e partire con Schick”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Vida è un difensore normale. È vero che è arrivato secondo con la Croazia, ma nella sua carriera ha giocato nella Dinamo Kiev… Fiorentina-Roma? Muriel sarebbe titolare in questa Roma. Sono entrambe squadre che subiscono tantissimo, secondo me stasera passa chi sbaglia di meno. La Roma è più forte, ma la grande incognita di questa sera è l’aspetto fisico dei giallorossi. Questa squadra a Bergamo è durata 50’, adesso voglio vedere quanto dura questa sera. Dzeko è affaticato dal punto di vista muscolare e domenica c’è il Milan, quindi stasera si parte con Schick. Se poi serve, Dzeko può entrare a gara in corso. Per la Roma la partita è quella di domenica, non quella di oggi a Firenze”.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Oggi è un bivio molto importante per la Roma, la Coppa Italia è un trofeo alla sua portata. Non possiamo dire che la Fiorentina sia niente di che. Ho questa sensazione: sottovalutiamo i giocatori degli altri e sopravvalutiamo i nostri. Differenza tra i due monte ingaggi? Probabilmente quello della Roma è sproporzionato. Benassi non è peggio di Cristante, Veretout non è peggio di Nzonzi. Stasera partire con Schick e rinunciare a Dzeko secondo me è un errore”.

Gianluca Lengua (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Se la formazione che scenderà in campo a Firenze deve avere paura della Fiorentina, allora vuol dire che è stato sbagliato tutto in fase di mercato e di programmazione. Monchi ci viene a dire che fare mercato a gennaio non serve… a me viene da pensare che la rosa della Roma possa tranquillamente battere la Fiorentina. La Roma deve vincere, è un imperativo. Questa squadra non porta a casa un trofeo da 10 anni, e quest’anno sta puntando alla Coppa Italia e alla qualificazione in Champions. Non sono così sicuro che domenica col Milan giochi De Rossi, è più probabile rivederlo col Chievo”.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Schick? Quella presentata dal Cardiff è un’offerta meravigliosa. Stiamo parlando di un giocatore che è ancora un oggetto misterioso, la gente avrebbe applaudito se la Roma avesse accettato. Sarebbe da portarlo a piedi a Cardiff. La Fiorentina non è niente di che, se la Roma fa una partita dignitosa dovrebbe vincere nei 90’ perché complessivamente è più forte. Non sono d’accordo con la scelta di Schick e Pastore: la Roma stasera dovrebbe mettere in campo la formazione migliore con Dzeko”.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “L’offerta del Cardiff non è male, ma la Roma non può cedere Schick perché altrimenti non avrebbe il centravanti di riserva. Fiorentina-Roma è una partita aperta a tutti i risultati. Chiaramente la Roma può vincere, ma è una gara molto difficile. Pezzella sarebbe titolare nella Roma. La cosa da evitare assolutamente sono i supplementari”.

Tony Damascelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Schick? Qui c’è un’offerta da quasi 40 milioni per un giocatore ancora sotto osservazione. Sia per il giocatore che per la Roma sarebbe sciocco rifiutare. Se Baldissoni non ha nemmeno risposto, vuol dire che Schick non si muove da Roma”.

Luigi Ferrajolo (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Se la Roma avesse dato in prestito Schick per 3 milioni, tutti l’avremmo massacrata. Questa Roma è inaffidabile e indecifrabile, non so che partita farà stasera a Firenze. Siamo arrivati a febbraio e ancora non so che squadra sia questa. Secondo me c’è un problema fisico, di preparazione atletica. Guardate Zaniolo: fa sempre un primo tempo da applausi a scena aperta, nel secondo scompare. La Roma potenzialmente è più forte della Fiorentina, ma in questo momento andare a vincere a Firenze non è un gioco da ragazzi. È uscito il Napoli dalla Coppa Italia, non può uscire la Roma? Questa è una squadra di maleducati che denota insicurezza. Se stanno bene di testa si mettono a ridere, non rispondono così ai tifosi”.

Antonio Felici (Centro Suono Sport 101.5): “La notizia di ieri mi ha colto di sorpresa, non capisco perché Manolas e Kolarov abbiano reagito così. Stasera abbiamo un appuntamento importantissimo e devono giocare i migliori: per me Dzeko deve scendere in campo. Partiamo favoriti noi, la Fiorentina ha un attacco molto in forma, punto. Il resto lascia a desiderare. Vedo una partita con molti gol: 2-2 nei 90 minuti e passa la Roma nei supplementari”.

Francesco Balzani (Centro Suono Sport 101.5): “Se davanti ad un ‘svegliatevi’ si risponde con un ‘stai zitto’ o ‘dillo a tua madre’ non stiamo messi bene. Mi è sembrata una reazione eccessiva. A Termini tra l’altro non mi sembra ci fossero tifosi violenti o dure contestazioni, il clima era piuttosto sereno, pure troppo. Dzeko fa un lavoro importantissimo per la squadra, ma Di Francesco probabilmente stasera farà partire titolare Schick. Per la Roma che ho visto nelle ultime due partite non posso dire che partiamo favoriti: ce la giochiamo alla pari”.

Alessandro Austini (TeleRadioStereo 92.7): “La Roma se potesse sostituirebbe Vida con Marcano, ma manca poco tempo alla chiusura del mercato e non c’è tempo per altre operazioni. Vida gioca centro-sinora, è un potenziale titolare e si giocherà il posto con Fazio. Il croato non è un fenomeno altrimenti avrebbe fatto un salto di qualità nella sua carriera, ma sicuramente è un buon giocatore e sta bene. Luca Pellegrini dovrebbe essersi convinto nell’andare al Cagliari. Manolas? Se devo fare una scommessa dico che Manolas a giugno andrà via. L’offerta dello United l’anno scorso è arrivata a clausola scaduta, e la Roma ha deciso di tenerselo. Di anno in anno le cose possono cambiare”. 

Riccardo “Galopeira” Angelini (TeleRadioStereo – 92,7): “Partita difficilissima oggi, Muriel e Chiesa la davanti li soffriremo molto. Mentre a Bergamo ero convinto di vincere, oggi no. Perdere mi dispiacerebbe tantissimo. Dopo l’episodio di ieri a Termini mi farebbe ridere se Kolarov andasse sulle scatole ai tifosi, lui è così ha carattere in campo e fuori. Però devo dire che non mi piace che i giocatori rispondono così ai tifosi”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino – 104,5): “Gattuso è bravo, avete visto che partita ieri il Milan contro il Napoli? Come carica la squadra, come ha giocato… Magari lo avesse la Lazio o la Roma. Coppa Italia? Per la Roma può essere un obiettivo importante, ma non è semplice battere la Fiorentina e poi battere le altre rivali in caso di semifinale. Schick? Ma non giocherà mai questa sera, ha fatto gol all’Entella. Giocherà Dzeko che ha segnato una doppietta e sta bene”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino – 104,5): “C’erano i tempi in cui la Coppa Italia te la lanciavano addosso, adesso invece è un obiettivo primario. Se la coppa è un obiettivo primario, perché. Di Francesco deve giocare con Pastore e Schick?”.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Mattino – 104,5): “Di Francesco ha chiesto a Monchi un difensore centrale perché non è soddisfatto di ciò che ha disposizione. Marcano ha grande esperienza europea ma non sta facendo bene, Jesus è infortunato per ancora qualche settimana”. 

Roberto Renga (Radio Radio Mattino – 104,5): “Il Besiktas sta offrendo Vida a molte squadre, non si capisce il motivo perché è un buon centrale, grintoso. La Fiorentina ha Muriel, Chiesa e Simeone: non mi convince Florenzi in difesa, ma invece lo sposterei in attacco per far riposare Zaniolo e mettere un altro terzino come Santon”. 

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino – 104,5): “La Coppa Italia è l’obiettivo primario per la Roma, deve vincerla. Fiorentina-Roma è una partita indecifrabile. Conosciamo la viola e conosciamo i giallorossi, entrambe con difese molto ballerine. L’attacco della Fiorentina sta facendo molto bene, non credo finirà 0 a 0”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy