Spese potenziali per 121,4 milioni. Le entrate sono già a quota 59

Spese potenziali per 121,4 milioni. Le entrate sono già a quota 59

La Roma non era mai stata così attiva sul mercato prima dell’inizio del mese di luglio

di Redazione, @forzaroma

Un mercato così movimentato senza neppure che luglio sia iniziato a Roma non si era mai visto. Istruzioni per l’uso delle cifre. Sia in ingresso che in uscita, si è considerato anche i prestiti (onerosi) iniziali e i potenziali bonus. Ad esempio, scrive La Gazzetta dello SportCristante ne ha in dote per 10 milioni, così come Kluivert per 1,5 più un diritto di rivendita “pari al 10% dell’eccedente ai 25 milioni e non superiore ai 4 milioni” che ora è impossibile da calcolare. Discorso analogo per Coric. Insomma, calcoli complicati, ma questo vale anche per le uscite, visto che anche Nainggolan ha un diritto di rivendita al 10% per un massimo di 2 milioni. Alcune trattative devono essere ancora definite compiutamente. Bruno Peres, ad esempio, deve ancora dare il suo sì al Torino, così come Bianda è da ufficializzare e Berardi da chiudere. In prospettiva, poi, occhio ad Alisson, per cui la Roma chiede 70 milioni. Dopo i cento arrivati dalla Champions League, sarebbe un modo per far sorridere il bilancio.

(M. Cecchini)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy