Sesso, bugie e quarantena violata: per Walker in arrivo multa dal City

Il terzino ha organizzato una serata nella sua villa con un amico, poi l’appello ‘Restate a casa’ e gli insulti, oltre alla strigliata del club che ha intenzione di punire il suo giocatore

di Redazione, @forzaroma

Prima il sesso a pagamento, violando la quarantena in vigore anche nel Regno Unito, poi il messaggio social ai suoi 1,7 milioni di followers su Instagram, per invitare le persone a restare a casa. Kyle Walker, difensore del Manchester City, si è fatto beccare in una storia che gli ha procurato una valanga di insulti via social e un procedimento disciplinare da parte del club.

Come riporta ‘La Gazzetta dello Sport’, il calciatore e un amico hanno pagato 2.200 sterline per trascorrere una serata nella villa dello stesso Walker nello Cheshire con una ragazza di 21 anni (che lo ha poi attaccato: “Ipocrita”), e una di 24. Le due donne hanno lasciato la casa soltanto alle 2 del mattino e poche ore dopo, con l’aspetto ancora un po’ intronato, il difensore del City ha lanciato l’appello “Restate a casa”. Da copione, il pentimento del giocatore: “Capisco che la mia posizione comporta la responsabilità di essere un modello. Desidero scusarmi con la mia famiglia, gli amici, la squadra, i tifosi e il pubblico in generale”. Ma il City non ha intenzione di passare sopra questa storia: “Siamo a conoscenza di una storia riguardante la vita privata di Kyle Walker, in relazione a una violazione del blocco in vigore nel Regno Unito. Il nostro staff e i nostri giocatori hanno lavorato per supportare gli incredibili sforzi del servizio sanitario nazionale, le azioni di Kyle hanno violato questi sforzi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy