Roma Primavera con meno stranieri. Radonjic a casa, il colpo è Anocic

Punto di forza della squadra, la mediana: Pellegrini offre tanta quantità e altrettanta qualità, Adamo segna gol da applausi, l’ex allievo Ricozzi ha i centimetri e la personalità per partire subito titolare.

di finconsadmin

Sarà una Primavera (quasi) autarchica quella che debutterà oggi in campionato e a metà settembre in Youth League: 4 stranieri contro gli 8 dello scorso anno, uno dei 4, il camerunese Cedric Tchoutu ha offerte per andare in prestito prima di fine mercato, alle 15 a Livorno potrebbero scendere in campo 11 italiani. Per Sabatini un solo colpo dei suoi, il terzino sinistro croato Silvio Anocic, ex Osijek, classe ‘97, e la decisione, difficile ma necessaria, di rompere il contratto dell’esterno d’attacco Nemanja Radonjic, strappato al Partizan a gennaio, rimandato a Belgrado dopo qualche mese senza transfer a Trigoria per comportamenti poco professionali. 

 


MERCATO  L’altro acquisto, il centrocampista albanese Ndoj (1996) è arrivato a ritiro iniziato: dopo il fallimento del Padova, giocava in Primavera. Dei 4 acquisti di gennaio è stato rinnovato il prestito di Vestenicky, che si giocherà il posto di centravanti con Taviani, Trani, Calì e Soleri, Berisha è stato prestato (con diritto di riscatto) al Panathinaikos, Tibolla e Marin, sono tornati alla base. Mazzitelli è stato mandato a giocare al Sudtirol, Balasa al Crotone, Somma da Rudi Garcia: è andato bene, potrebbe tornare per tenere il ritmo partita, in una difesa che si baserà sulla fortissima coppia centrale Calabresi-Capradossi, completata a sinistra dalla corsa e dai cross al millimetro di Sammartino, fuoriquota classe ’95. Contro Bayern Monaco, Manchester City e Cska Mosca toccherà ad Anocic: in Youth League i fuoriquota non possono giocare, Bordi è stato ceduto al Milan, Gargiulo al Frosinone, due giorni fa, dopo essere stato provato al torneo di Durban (Roma eliminata nel girone da Benfica e Boca Juniors). Tra i pali Marchegiani jr, con il romeno Pop pronto a rubargli il posto. 

 


TALENTO E GOL Punto di forza della squadra, la mediana: Pellegrini offre tanta quantità e altrettanta qualità, Adamo segna gol da applausi, l’ex allievo Ricozzi ha i centimetri e la personalità per partire subito titolare. Per la maglia numero 9 solo l’imbarazzo della scelta, ala sinistra capitan Ferri, a destra il folletto mancino Verde con Di Livio pronto a subentrare, al momento resta fuori dall’11 titolare Francesco Di Mariano, l’acquisto boom della scorsa stagione, uno che avrebbe un talento enorme, ma non riesce a tirarlo fuori. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy