Porto indigesto. Che delusioni nelle coppe: ora di rivincita

Porto indigesto. Che delusioni nelle coppe: ora di rivincita

Batosta in casa nel 2016: fuori dai gironi Champions. E quel k.o. agli ottavi di coppa Coppe

di Redazione, @forzaroma

Una partita che aspettiamo da 8 mesi“, dissero in coro Luciano Spal­letti e Kevin Strootman il 22 agosto del 2016 a Trigoria. Come riportato nell’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport” La Roma sognava, dopo il pareggio dell’andata, di eliminare il Porto in casa e andare alla fase a gironi della Champions, ed era convinta di farcela. Trop­po, forse. Tanto che all’Olimpico finì 3­-0 per i portoghesi, con i giallorossi in 9 dopo le espulsioni di De Rossi ed Emerson. La partita che Spalletti e Strootman, oggi distanti anni luce da Trigoria, aspettavano con ansia di­venne una delle più grandi amarezze recenti della Roma americana, ma già nella stagione 1981-­82 il Porto era stato la bestia nera del club giallorosso. Ottavi di finale, come oggi, ma di Coppa delle Coppe: la Roma perde 2-­0 in Portogallo, al ritorno, nonostante 70mila spettatori, finisce 0­-0.

Proveranno ad invertire la tradizione negativa De Rossi e compagni, parecchi redu­ci da quella notte maledetta del 2016. C’era­no, quel giorno, tra campo e panchina, lo stesso De Rossi, Manolas, Juan Jesus, Dzeko, Fazio ed El Shaarawy. Molti di loro gioche­ranno anche stasera e chissà che non sia dav­vero l’occasione per mettersi alle spalle i fan­tasmi del passato.

(C. Zucchelli)

0 Commenta qui


Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy