Pallotta nel mirino: nuovi striscioni contro di lui

La contestazione dei tifosi prende di mira sempre il presidente

di Redazione, @forzaroma

Il problema del villaggio globale, in fondo, è che rende tutto infinitamente piccolo, scrive Massimo Cecchini su La Gazzetta dello Sport. James Pallotta è vicino e, nello stesso tempo lontano. Ma se la dirigenza non può certo lamentare la mancanza di un confronto costante, ci sono tanti giocatori – almeno una dozzina – che addirittura non hanno mai visto il presidente da vicino.

Comprensibile, visto che la sua assenza da Roma dura da più di due anni, anche se alcuni giallorossi ebbero modo d’incrociarlo nella tournée negli Stati Uniti dell’estate 2018. Più fortunato è stato Fonseca, che oggi festeggia un anno dalla firma londinese del suo contratto e ha avuto modo d’incrociarlo e relazionarcisi.

La contestazione prende di mira sempre il presidente, a cui ieri alcuni tifosi hanno dedicato due striscioni feroci.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy