Ora Schick cerca casa. Ma occhio alla sfida di Pastore

Il ceco può giocare sulla fascia. L’argentino con i viola per il rilancio

di Redazione, @forzaroma

Diffidate dei luoghi comuni. Ieri a Trigoria non hanno tremato i vetri, le mura non sono state divelte, la terra non si è sollevata. Chi voleva un Eusebio Di Francesco pronto a “mangiare” Kluivert e tutta una truppa capace di farsi rimontare da 0-3 a 3-3 avrebbe sbagliato. L’allenatore – scrive Massimo Cecchini su “La Gazzetta dello Sport” – non è intenzionato di processare nessuno. Con la Fiorentina che incombe, è normale che ieri non sia stato il momento per cercare fratture, bensì per costruire i ponti. Adesso c’è bisogno di tutti, anche perché la stagione sta imboccando i bivi decisivi. Domani le rotazioni saranno fondamentali. Ovvio che la squalifica rimediata in campionato da Cristante e Nzonzi li rende titolari sicuri contro la Fiorentina, così come pare certa la conferma di Zaniolo, mentre Lorenzo Pellegrini dovrebbe essere risparmiato in partenza per via di un fastidio alla caviglia e della sua indispensabilità nella sfida contro il Milan. In una sfida senza domani, però, occhio al ritorno di un paio di pesi massimi come Javier Pastore e Patrik Schick. Difficile fare a meno di Dzeko, quindi il ceco potrebbe essere rilanciato sulla fascia destra. Il Flaco potrebbe invece essere usato come trequartista oppure da esterno sinistro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy