Olimpico stregato: il Genoa si affida alla legge dell’ex

Olimpico stregato: il Genoa si affida alla legge dell’ex

Mai un successo contro la Roma nello stadio della Capitale: tabù da sfatare con Prandelli e Zukanovic

di Redazione, @forzaroma

Allo stadio Olimpico, in casa della Roma, il Genoa non ha mai vinto. Dal lontano 1953, anno in cui venne inaugurato l’impianto capitolino, i rossoblù non sono mai riusciti a battere la squadra giallorossa. L’ultimo successo in casa della Roma risale al 17 gennaio 1990, ma quel giorno si giocava allo stadio Flaminio per i lavori di ristrutturazione dell’Olimpico in vista dei Mondiali. Da allora, solo 2 pareggi nelle stagioni 91/92 e 93/94 e ben 12 sconfitte, di cui 11 consecutive dal ritorno del Genoa in A nel 2007, ricorda Francesco Gambaro su “La Gazzetta dello Sport“.

Per sfatare la maledizione dell’Olimpico, ci si può aggrappare alla legge dei grandi numeri oppure alla voglia di rivincita di quattro ex giallorossi: Cesare Prandelli, Ervin Zukanovic, Nicolas Spolli e Luca Mazzitelli. Il tecnico è stato allenatore della Roma per pochi mesi: il 25 agosto 2004, dopo l’amichevole persa contro il Perugia, Prandelli si dimise per «seri motivi personali». Il vero motivo delle dimissioni fu la volontà del tecnico di stare vicino alla moglie Manuela, gravemente malata. Lo stesso Prandelli ha un bilancio negativo con la Roma: 2 vittorie, 5 pareggi e 11 sconfitte. Neppure lui ha mai vinto all’Olimpico da allenatore. Al massimo ci ha pareggiato una volta.

Dei tre ex giallorossi, il difensore bosniaco è l’unico sicuro di giocare domani sera. Contro la Roma mancherà Criscito per squalifica. Il suo sostituto naturale è proprio Zukanovic che non gioca da titolare dal 31 ottobre: Milan-Genoa 2-1. Da ex giallorosso ha un bilancio di parità: una vittoria, un pareggio e una sconfitta di cui fu protagonista sfortunato nella scorsa stagione (2-1), quando al vantaggio di Under seguì il raddoppio grazie a un autogol dello stesso Zukanovic. Anche Spolli è passato da Roma solo per pochi mesi: da febbraio a giugno 2015. Sarà difficile, però, che domani riesca a prendersi una rivincita: al massimo andrà in panchina, essendo rientrato in gruppo da pochi giorni. Degli ex, Luca Mazzitelli è l’unico nato a Roma e cresciuto nelle giovanili. Ironia della sorte, ha fatto l’esordio in A proprio contro il Genoa a Marassi, il 18 maggio 2014, a 18 anni. Garcia lo mandò in campo a mezzora dalla fine al posto di Ricci. Finora nel Genoa non ha avuto molta fortuna: solo 2 partite da titolare. Domani non ci sarà per infortunio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy