Milan,pista Borriello.Tutto dipende dal prestito

di Redazione, @forzaroma

(Gazzetta dello Sport – C.Laudisa) La rincorsa all’attaccante è appena cominciata e il Milan gioca di rimessa. È paradossale (visto che mancano solo 21 giorni alla chiusura del mercato), ma la strategia è ancora tutta da fare. O meglio. L’a.d rossonero Adriano Galliani in questi giorni sta gettando più di un amo per la pesca finale. Detto che l’affare-Kakà con il Real Madrid è destinato a una soluzione in extremis, altrettanto va messo in preventivo per la casella di centravanti. E in quest’ottica va letto l’approccio con la Roma per Marco Borriello. L’ipotesi di uno scambio con Antonio Cassano è stata presto raffreddata dalla Roma, già al completo sul fronte d’attacco. Ma è chiaro che il contatto per il barese scoperchia un caso con cui i rossoneri convivono da qualche settimana. FantAntonio al rientro dall’Europeo ha mostrato il broncio. E certe sue esternazioni, tipo il ritrovato feeling con la Sampdoria, hanno riportato d’attualità le voci su una sua partenza. Proprio come un anno fa, di questi tempi. Ma la situazione è molto fluida e anche la tournée americana sembra sia servita a medicare gli umori. Ecco perché i piani rossoneri sembrano orientati a concentrarsi soprattutto sulla sostituzione numerica di Zlatan Ibrahimovic. Il primo nome comparso sui taccuini milanisti è stato quello di Alessandro Matri, cresciuto nelle giovanili e plasmatosi a Cagliari proprio con Max Allegri. Ma il dialogo con la Juve è difficile, anche perché i bianconeri faticano a mettere il centravanti lodigiano. E semmai lo sacrificherebbero per una cifra vicina ai 16 milioni spesi per il suo acquisto. E ciò cozza non poco con le esigenze milaniste. Nel budget, infatti, c’è solo un’operazione low cost. Vale a dire un prestito.

 
PISTA BORRIELLO Per questo motivo l’approccio con la Roma potrebbe avere un seguito dopo Ferragosto. Due estati fa Galliani vendette Borriello al club giallorosso per 10 milioni. Nel frattempo, però, il centravanti è uscito dal progetto giallorosso. L’investimento per Mattia Destro oscura lo stesso Osvaldo, acquistato la scorsa estate proprio per dare il cambio a Borriello. E nonostante un contratto di altre tre stagioni adesso Borriello è un vero e proprio esubero. Peraltro il suo ingaggio da 4 milioni netti impone una soluzione entro il 31 agosto. Anche a costo di una cessione low cost. E il Milan appare sensibile, si sa, a questa prospettiva. Tanto più che Borriello già manda segnali al suo vecchio ambiente. Il rossonero lo attrae sempre.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy