Dzeko, partenza super. E la Roma sogna in grande

Dzeko, partenza super. E la Roma sogna in grande

Cinque gol nelle prime 7 gare, il bosniaco era partito meglio solo altre due volte in carriera: “Ma ora conta vincere”

di Redazione, @forzaroma

“Se dicessi che non penso a raggiungere i cento gol in giallorosso mentirei”. Edin Dzeko è stato sincero fino in fondo, nell’intervista rilasciata al sito ufficiale della Roma. Raccontando se stesso, i suoi sogni ancora vivi, il passato ma anche il futuro. Edin non è mai partito così bene in passato. Con il gol (decisivo) segnato domenica al Lecce il bosniaco ha infatti timbrato il cartellino già 5 volte nelle prime sette partite ufficiali della Roma, con una media-gol di 0,71 a gara, scrive Andre Pugliese su La Gazzetta dello Sport. Prima solo due volte era riuscito a fare meglio: una con il City, una con la Roma (nel 2017-18).

“Sono un attaccante e vivo per il gol, ma la cosa che conta di più è vincere – continua DzekoVedremo cosa succederà. Nel calcio, come nella vita la cosa più importante è non arrendersi mai. Se io mi fossi arreso dopo il primo anno a Roma non avrei fatto quello che poi ho fatto. Ora spero di continuare così, perché fisicamente sto bene e voglio crescere ancora”. E probabilmente sul suo momento ha influito un po’ tutto. Il feeling immediato con Fonseca, il morale, la leadership. “Con Fonseca mi sono divertito subito e questo è stato un aspetto importante anche per prendere la decisione di restare qui. lui è un tecnico capace e una persona onesta, caratteristiche che a volte sono difficili da trovare insieme. Ma se sono ancora alla Roma è perché hanno inciso anche il club e i compagni, tutti volevano che restassi. E poi la mia famiglia, che in questa città è molto felice”. E forse per essere felice davvero fino in fondo, basterebbe vincere qualcosa. Magari anche già quest’anno. “Ho firmato per altre tre stagioni, il desiderio è ovviamente quello. Quest’anno abbiamo ingaggiato giocatori forti, pronti a darci una mano da subito per i nostri obiettivi: Europa League, Coppa Italia e la qualificazione alla prossima Champions League”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy