Dzeko, è stallo. La Roma rilancia: vuole 22 milioni. L’Inter ferma a 13

Dzeko, è stallo. La Roma rilancia: vuole 22 milioni. L’Inter ferma a 13

Serve più tempo per Edin, da limare anche l’offerta al Cagliari per Barella

di Redazione, @forzaroma

Edin Dzeko è col profilo Instagram invaso da tifosi dell’Inter che gli chiedono di raggiungere al più presto Antonio Conte e quelli della Roma che lo implorano di ripensarci. Ma lui in verità la decisione l’ha presa da tempo. Tra Roma e Inter la situazione fatica a decollare. Vuoi perché il club giallorosso ha in questi giorni urgenze di natura differente. Vuoi perché la trattativa tra i due club è a un binario morto. Di più: la Roma ha alzato la richiesta per il bosniaco di due milioni di euro, rispetto ai 20 fissati inizialmente.

Secondo La Gazzetta dello Sport la Roma, con l’imminente chiusura dell’affare Manolas, ha meno fretta nella ricerca dei 45 milioni di plusvalenze necessarie per il bilancio. Da qui l’asticella alzata fino a quota 22, molto più rispetto ai 13 offerti dall’Inter. E fin qui tutte le contropartite prese in esame per avvicinare le due partite sono state via via tolte dal tavolo: Radu, Pinamonti, Sebastiano Esposito, nomi graditi al club giallorosso ma sui quali l’Inter non ha neppure voluto aprire la discussione. Da non escludere l’inserimento dell’attaccante Merola. E l’Inter è attenta anche all’evoluzione della situazione Kolarov, anche lui in scadenza 2020 e non certo della permanenza a Roma.

Per il bosniaco quindi servirà pazienza, così come potrebbe essere necessaria più di una settimana per arrivare a una svolta sull’altro rinforzo, questa volta per il centrocampo, individuato da Marotta e Ausilio. Anche Nicolò Barella ha virtualmente sposato la causa interista. Anche in questo caso, però, c’è una certa distanza fra offerta interista e richieste del Cagliari. Giulini ha messo da tempo il cartellino del prezzo sul giocatore: 50 milioni. L’Inter ha prima lavorato sulle contropartite: c’è l’accordo per inserire nel pacchetto Dimarco (in prestito con diritto di riscatto o in cessione secca), un secondo nome potrebbe aggiungersi pescando fra i protagonisti dell’ultima Primavera. La società nerazzurra non è disposta a partecipare ad aste, ma intanto sta provando a rimodulare entità e condizioni dei bonus, che potrebbero aumentare restando legati a risultati importanti di squadra. Il tutto per non salire nella quota fissa, i 35 milioni messi sul piatto. La trattativa è partita anche «fisicamente» una decina di giorni fa con l’incontro fra i d.s. Ausilio e Carli, dovrebbe proseguire con un nuovo vertice a cui siano presenti anche l’a.d. Marotta e il presidente Giulini.

Alla fine Valentino Lazaro potrebbe superare tutti e diventare il primo acquisto dell’estate interista. L’esterno destro austriaco dell’Hertha Berlino è valutato oltre 20 milioni e il club nerazzurro è ormai vicino alla cifra, anche per evitare inserimenti di altri club: l’affare può chiudersi a 18 milioni più 2 di bonus, questa è l’offerta dell’Inter.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy