Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Gazzetta dello Sport

De Rossi e Totti, gli alleati di Mourinho: “Assurdo discutere uno come Josè”

De Rossi e Totti, gli alleati di Mourinho: “Assurdo discutere uno come Josè”

I totem giallorossi non hanno dubbi: "Puntate su di lui. Allenatore super"

Redazione

Metti una partita a padel tra amici, in cui uno gioca in coppia con Gigi DiBiagio e l’altro con Christian Panucci. Mettici la voglia di vincere, ma mettici anche la voglia di dire: "Romanisti, fidatevi di Mourinho" scrive Chiara Zucchelli su La Gazzetta dello Sport. Non si è bandiere per caso, ma si è bandiere per sempre: Francesco Totti e Daniele De Rossi ieri hanno parlato della Roma, e i concetti sono stati praticamente identici. Fiducia totale a Mou. "Se stiamo qua a dire che Mourinho è il problema della Roma vuol dire che abbiamo sbagliato tutto. È l’allenatore che ha vinto più di tutti gli allenatori della Serie A. Chapeau, bisogna puntare su di lui perché è un grande tecnico e motivatore, un allenatore a 360 gradi. Sa come gestire il gruppo, sa quello che deve dire e quello che deve fare e personalmente punto sempre su questo tipo di personaggi. La società e i tifosi devono stare vicino a Mourinho" ha detto lo storico dieci giallorosso. Daniele DeRossi invece, dopo aver trattato gli argomenti Serie A e Nazionale, su Mourinho si è espresso così: "La Roma sarà soddisfatta se non avrà fatto stufare anche questo allenatore, uno dei più forti. Al di là del fatto estetico, Mourinho è uno dei 5-6 tecnici migliori di sempre, ho la Roma dentro al cuore ma è meglio vederla da fuori ora, non vorrei mettermi nei panni di Mourinho. Stanno uscendo fuori in tanti, ma Mou ha personalità e sarà sereno". E sul campionato: "Napoli e Milan sembra stiano abbastanza meglio delle altre, il Napoli ha fatto molto bene con Gattuso e sta facendo altrettanto bene con Spalletti. Secondo me rientreranno un po’ tutte anche se Roma, Inter, Lazio e Juventus sono staccate". Il discorso dell'ex centrocampista sullo Special One è indirizzato alla personalità del portoghese, senza soffermarsi sui dettagli di natura tecnica. Quasi nessuno più di Totti e De Rossi, sa meglio come funzionano le cose dentro e fuori Trigoria. In quell'ambiante capace anche di logorarti.