Roma, la beffa Malcom

I due club annunciano l’accordo, poi il Bordeaux ci ripensa. Il brasiliano, atteso a Ciampino, non si è presentato. Il portiere Olsen è sbarcato: domani vola negli States

di Redazione, @forzaroma

Giallo Malcom: la Roma aspettava il brasiliano ieri sera alle 23. Era tutto fatto con il Bordeaux, scrive Stefano Carina su Il Messaggero, a tal punto che il club francese e quello giallorosso avevano diramato, a distanza di una decina di minuti nel pomeriggio di ieri, altrettante note attraverso i social. E invece, in tarda serata, prima l’annuncio che il volo che avrebbe dovuto portare l’attaccante all’aeroporto di Ciampino era stato annullato. Poi, la verità: dietro il presunto slittamento, si nasconde in realtà un rilancio del Barcellona.

Il club catalano ha offerto una somma più alta dei 36 milioni messi sul piatto da Monchi, arrivando a quota 40. Il Bordeaux non ha dunque dato il via libera al calciatore per partire verso la Capitale e nel frattempo non ha rispedito firmati a Roma i documenti inviati dal club giallorosso nel primo pomeriggio di ieri. Un atteggiamento che ha subito insospettito Monchi.

La Roma non vuole entrare in un’asta (tra l’altro con una delle società più ricche al mondo) dopo aver già definito l’affare. La situazione appare compromessa.

A fare la differenza, oltre al voltafaccia del Bordeaux, sarà come al solito la volontà del ragazzo. Che ora, allettato dalla possibilità di giocare con Messi, deve scegliere cosa fare del proprio futuro. Annullate quindi le visite mediche previste per questa mattina a Villa Stuart, a breve toccherà la stessa sorte anche al biglietto aereo per San Diego che la Roma aveva già acquistato.

Al momento a salire sul quel volo sarà il solo Olsen. Ieri lo svedese è sbarcato a Ciampino alle 20. Un acquisto che a Trigoria avevano messo in preventivo di fare già prima dei mondiali.  Costo dell’operazione: 8 milioni più 3 di bonus (lo svedese guadagnerà 1,5 milioni per 4 stagioni).

Capitolo cessioni: Defrel già in giornata sarà un nuovo giocatore della Sampdoria (2 milioni per il prestito e 16 per il riscatto) mentre Mazzarri ha chiesto El Shaarawy a Cairo. Operazione difficile ma il Torino ci proverà. Intanto ieri a Trigoria è stato annunciato l’accordo con la Hyundai (back sponsor sulle maglie) sino al 2021.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy