Maradona e l’Olimpico, poche gioie e molti dolori

L’argentino ha giocato a Roma in undici occasioni, raccogliendo solo due vittorie

di Redazione, @forzaroma

L’ultima volta di Maradona all’Olimpico furono sorrisi e abbracci. Era il 12 ottobre di quattro anni fa, quando Papa Francesco lo convocò per la Partita della Pace. Quel giorno, ricorda Romolo Buffoni su “Il Messaggero”, erano trascorsi 37 anni dalla prima volta che Dieguito mise piede sul prato dello stadio romano (Italia-Argentina 2-2). Maradona non segnò ma, ancora 18enne, si fece notare eccome. A fine gara Vicini, all’epoca vice del ct Bearzot, profetizzò: “Maradona può diventare presto il più forte di tutti. Siamo di fronte a un caso tipo Pelè-Cruyff“. Ma a Roma El Diez non raccolse molte gioie. L’ultima partita vera del Pibe de Oro nella capitale è datata 8 luglio 1990, finale del Mondiale persa 1-0 contro la Germania. In totale, l’argentino nella Capitale giocò 11 volte, le 2 ricordate con la Nazionale e 9 con il Napoli, raccogliendo due vittorie: contro i biancocelesti in coppa Italia il 27 agosto 1986 e contro i giallorossi due mesi più tardi. Per il resto 5 pareggi e 4 sconfitte con 4 gol segnati: due alla Roma e due alla Lazio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy