Il calcio riapre ma senza pallone

Una circolare del Viminale ha sbloccato la situazione: centri sportivi accessibili per sedute motorie individuali

di Redazione, @forzaroma

La circolare del Viminale ai prefetti ieri mattina ha acceso il semaforo verde alla riapertura dei centri sportivi privati per sedute motorie individuali, anche per chi pratica sport di squadra, scrive Romolo Buffoni su Il Messaggero.

Via libera confermato in serata dal Comitato tecnico scientifico, seppur con un protocollo molto dettagliato. Si parte con il Sassuolo stamattina alle 9 al Mapei Center per sostenere una seduta individuale e facoltativa mantenendo il distanziamento interpersonale di due metri ed evitando di condividere spazi comuni.

Sono i primi passi sul pianeta Calcio. Altri club li faranno nei prossimi giorni, altri ancora non hanno preso una decisione e attendono di conoscere le linee guida che porteranno fino al 18 maggio, giorno in cui in teoria le squadre potranno tornare ad allenarsi collettivamente.

Il ministro Spadafora, via Facebook, anche ieri ci ha tenuto a ribadire: “Leggo cose strane in giro ma nulla è cambiato rispetto a quanto ho sempre detto sul Calcio: gli allenamenti delle squadre non riprenderanno prima del 18 maggio e della ripresa del Campionato per ora non se ne parla proprio“. Una decisione sul prosieguo o meno della stagione ancora non è stata presa. Le pressioni in un senso e nell’altro sul governo e all’interno dello stesso, sono importanti e rispecchiano gli interessi in campo, che sono soprattutto economici oltre che sociali.

Da domani anche la Juve, l’Inter e l’Atalanta toglieranno i lucchetti ai cancelli dei centri sportivi e riaprirà pure il Bologna. Pronti a partire in settimana anche il Parma a Collecchio (domani o mercoledì), la Lazio a Formello e la Roma a Trigoria (i giallorossi hanno riaperto da oggi ma per fare le visite mediche ai giocatori che potranno allenarsi da giovedì). Mugnaini aperto da mercoledì per la Samp. Discorso articolato per il Napoli: da oggi tamponi per tutti i calciatori direttamente a casa, da giovedì Castel Volturno a disposizione ma senza spogliatoi e palestra. Ancora incerta la ripresa per Fiorentina, Lecce e Torino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy