Florenzi, torna il sorriso dopo la firma: “Ma so che non potrò piacere a tutti”

Florenzi, torna il sorriso dopo la firma: “Ma so che non potrò piacere a tutti”

L’esterno destro percepirà un ingaggio di 2,8 milioni di euro a stagione più bonus

di Redazione, @forzaroma

La Roma avrà il suo nuovo (vice) capitano: Florenzi ha rinnovato il contratto fino al 2023 dopo una lunga trattativa tra il suo procuratore Alessandro Lucci e il ds Monchi, percepirà un ingaggio di 2,8 milioni di euro a stagione più bonus (senza la clausola rescissoria). Sarà lui, come evidenzia Luca Tongue su Il Messaggero, a raccogliere l’eredità di Daniele De Rossi (in scadenza nel 2019) quando darà l’addio alla Roma e sarà lui a dover ricucire il rapporto con quei tifosi che durante l’amichevole contro il Latina lo hanno soprannominato 30 denari per via delle sue pretese economiche.

Sono state dette cose che mi hanno fatto male, ma che mi hanno insegnato tanto. Io ho sempre cercato di piacere a tutti, ma da questa trattativa ho imparato una cosa: «Alessà, non puoi piacere a tutti». È una cosa che mi porterò anche nella vita, non solo nel calcio. So che non ho le stesse qualità di Totti, non mi viene riconosciuta giustamente la stessa passione che ha Daniele per la Roma. Qualcuno dice che loro due per me sono un ingombro, ma si sbagliano del tutto. Per me loro sono due amici, che mi hanno insegnato cosa vuole dire essere romano e romanista. Penso di aver sempre dato tutto, a volte troppo. Altre offerte? Su un piatto della bilancia c’erano più soldi, sull’altro ce ne erano di meno ma c’era l’amore per la maglia e la città”.

Florenzi parla da capitano: chiede tempo per i giovani ed equilibrio all’ambiente: “Dobbiamo superare i nostri limiti, se noi abbiamo la stessa unità d’intenti riusciremo a sorpassare gli ostacoli che ci si porranno davanti. i giovani? Se dovessero sbagliare una partita non gli va messa la croce sopra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy