Festa della Roma, identificati 10 ultras

Festa della Roma, identificati 10 ultras

Rischiano tutti una denuncia per manifestazione non autorizzata

di Redazione, @forzaroma

Membri storici della Curva sud e qualche nuova leva: dieci in tutto i tifosi giallorossi identificati finora dalla Digos per la festa che nella notte tra il 21 e il 22 luglio ha visto trasformarsi Trinità dei Monti, scrive Camilla Mozzetti su Il Messaggero.

Se la Procura deciderà di precedere, rischiano tutti una denuncia per manifestazione non autorizzata giacché per la coreografia messa in scena sulla celebre Scalinata – al fine di festeggiare il 93esimo compleanno della società sportiva – non era stato presentato nessun preavviso e, di conseguenza, nessun via libera ufficiale era arrivato dalla Questura. Che comunque seguendo da tempo l’entourage delle frange più estreme del tifo giallorosso aveva messo in agenda l’appuntamento e deciso di seguire i gruppi.

Arrivare a identificare quegli uomini non è stato difficile anche perché chi è salito sulla Scalinata (in tutto sono stati una quarantina mentre altri 160 si sono fermati ai piedi della Barcaccia) è da tempo conosciuto alle forze dell’ordine. Nomi e cognomi già registrati in passato dagli uffici di via di San Vitale per vicende legate al tifo violento tra gli spalti dell’Olimpico.

Tecnicamente pur non essendoci stati dei danni alla Scalinata, la cerimonia non era affatto autorizzata. Di fatto gli ultras si sono impossessati non solo di un luogo pubblico come fosse una proprietà privata ma hanno tenuto in mano la Scalinata per almeno 40 minuti modificando sostanzialmente la sua immagine.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy