Emerson, la plusvalenza del momento

Per il brasiliano c’è una corsa a tre: Chelsea, Liverpool e Juventus

di Redazione, @forzaroma

Lo stand-by in cui versa la trattativa Guangzhou Evergrande-Nainggolan (che rimane tuttavia aperta ancora per qualche giorno), scrive Stefano Carina su Il Messaggero, spinge la Roma a cercare un’altra plusvalenza entro il 31 gennaio. Il giocatore finito sul mercato è Emerson Palmieri. Per le casse giallorosse, il suo addio, rappresenterebbe una plusvalenza netta. Approfittando della volontà di Conte di avere comunque un terzino sinistro che possa alternarsi con Alonso, un intermediario vicino a Trigoria ha allacciato i rapporti proprio con il Chelsea. Il problema è che il -15 dal City in campionato e il rapporto non idilliaco con Conte, non invogliano Abramovich ad assecondare l’ex ct. Pista che comunque rimane aperta. Come quella del Liverpool che, a dispetto dei rivali, sembra avere in questa sessione di mercato più disponibilità e convinzione a spendere, soprattutto dopo i 160 milioni incassati dalla vendita di Coutinho. In Italia c’è ancora l’interesse della Juve. Emerson, al netto delle smentite di rito, il brasiliano ha dato il suo assenso al trasferimento.

A Trigoria, dopo tante chiacchiere, aspettano offerte ufficiali che sinora non sono arrivate. Il discorso si estende anche a Peres e Skorupski (no di Gonalons al Brighton). Sondaggio del Napoli per El Shaarawy.

Ieri intanto dalla Spagna hanno accostato alla Roma il nome del centrocampista del Betis, Fabian Ruiz. Mancino, classe 96, nazionale under 21, nel Betis gioca regista nel 4-3-3 del tecnico Setien ma all’occorrenza può ricoprire anche il ruolo di trequartista. Monchi lo conosce bene. Ha una clausola rescissoria pari a 15 milioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy