Diritti tv, i consumatori chiedono aiuto alla politica

Le associazioni, davanti al rischio di chiusura di una trasmissione storica come Novantesimo minuto, chiedono un incontro con il governo

di Redazione, @forzaroma

A tre giorni dall’assegnazione dei diritti tv della Serie A del triennio 2018-2021, scende in campo anche la politica, come scrive Salvatore Riggio su Il Messaggero. La pubblicazione dei pacchetti per prodotto (e non per piattaforma) e il rischio di chiusura di una trasmissione storica come Novantesimo minuto – che ha accompagnato molte generazioni di tifosi – sta spingendo le associazioni dei consumatori a chiedere una mano al nuovo governo. È stato chiesto ufficialmente un incontro al Movimento Cinque Stelle, alla Lega e al Pd per domani proprio per cercare di affrontare, e in qualche modo risolvere, il problema.

C’è anche il rischio del doppio abbonamento, che non va giù alle associazioni dei consumatori. Per evitarlo bisogna vedere come sarà sfruttato il “diritto di ritrasmissione”, che consente al titolare dei diritti di girare pezzi di palinsesto col proprio marchio a un altro network.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy