Strootman un rientro laborioso. Ecco perchè

Anche se ancora non si sa quando rientrerà, Garcia ha inserito Strootman nella lista Champions

di finconsadmin

La data del rientro in campo di Kevin Strootman ancora non è stata fissata. Non può esserci, semplicemente perché manca ancora un po’ di tempo. E perché dopo un intervento al ginocchio esistono momenti di miglioramento e altrettanti passi indietro che invitano a una maggiore prudenza.

Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, Strootman ha scelto, come era suo diritto, seguire la prima fase della riabilitazione ad Amsterdam, a contatto con lo staff dei medici che lo avevano seguito sin dall’infortunio di Napoli, datato 9 marzo. La Roma non ha potuto far altro che assecondare le mosse del giocatore – sulla salute è sempre il paziente a decidere – affidando al dottor Colautti il compito di partire per l’Olanda per verificarne i progressi e le eventuali complicazioni di tanto in tanto. Brutalmente: se Strootman avesse deciso di operarsi in Italia, dal chirurgo che già ha operato in tempi non lontanissimi Burdisso e Destro, forse oggi sarebbe quasi pronto a rientrare. Non perché il professor Cerulli sia più bravo dei colleghi olandesi, ma perché il programma di riabilitazione italiano è decisamente più rapido.

Ad ogni modo il peggio è passato. Il giocatore è di ottimo umore, come testimonia la foto postata ieri da Trigoria in compagnia dei fisioterapisti della Roma. E il fatto che Garcia l’abbia voluto inserire nella lista Champions implica la speranza di poterlo riavere per almeno tre partite.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy