Roma, al centro c’è solo il greco

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – R.Maida) – Mai come adesso, Tachtsidis è al centro della Roma. Architrave di ogni costruzione calcistica, perno di un meccanismo molto sofisticato. Le scelte definitive diranno se giocherà anche a Genova, ma sul traguardo di metà settimana il primo classificato tra i centrocampisti è proprio questo gigante greco dalla faccia ingenua. Nei test del giovedì, che spesso hanno un significato nel sistema di lavoro di Zeman, Tachtsidis è stato l’unico a non essere mai stato retrocesso tra le riserve. Si sono spostati De Rossi, Pjanic, Bradley, Florenzi. Lui no. Era sempre tra i titolari. Ed era sempre il regista. Se fa fede questa partitella in famiglia, l’unico sicuro del posto a Marassi è Tachstidis. Perché non ha concorrenza nel ruolo di centrale nella testa dell’allenatore, se valutiamo le dichiarazioni di Zeman successive a Roma-Atalanta: «Per me De Rossi è un interno, come regista viene dopo» . Dopo Tachtsidis, appunto. […]

 

 

DUBBI – Dovesse essere confermato dal primo minuto Panagiotis – il nome di battesimo scritto sulla maglia – avrebbe un’altra possibilità di dimostrarsi maturo per la Roma. Al debutto in serie A, a San Siro contro l’Inter, aveva giocato una buona partita. Sembrava già dare ragione a Baldini che in sede di presentazione, ripensando a quel cucchiaio di Chicago, l’aveva investito di un paragone impegnativo: «Ricorda Redondo» . Ma poi si è smarrito, disorientato da un mondo troppo grande per essere governato in così poche settimane. Il fondo lo ha toccato a Torino, in casa della Juve, dove è stato stritolato da avversari molto più esperti e probabilmente più bravi in assoluto. Eppure Zeman non lo ha abbandonato, riproponendolo anche con l’Atalanta nel giorno della famosa esclusione di De Rossi. Del resto si era esposto chiedendone l’acquisto[…]
SORPRESA – La presenza di Tachtsidis in mediana potrebbe sorprendere anche il Genoa, che è ancora comproprietario del suo cartellino. «Non lo conosco, non è venuto neanche in ritiro in estate» ha ammesso candidamente Gigi De Canio nell’intervista pubblicata ieri dal nostro giornale. Magari proprio il suo ruolo di ex sconosciuto sarà una ragione in più per farlo giocare. Di sicuro a 21 anni Tachtsidis non è un tipo che si spaventa davanti alle responsabilità. […]
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy