Primavera, una Coppa capitolina

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – F.M.Splendore) – Romani de Roma.

Anche se il capitano, Federico Viviani, è nato a Lecco, è cresciuto nel Viterbese, a Grotte di Castro: e parla molto romanesco. La percentuale della presenza straniera e fuori regione si è sicuramente alzata nella Roma Primavera (da Tallo a Lopez, Nego, Ferrante, e poi i campani Piscitella e De Marco,. Scalvini da Acqui Terme), ma la vena capitolina resta forte. E si sente. Più di mezza rosa, 17, romani tre volte: perché ci sono nati, ci vivono e ci sono cresciuti anche calcisticamente. […]

ROMANI E ROMANISTI – Ma è innegabile che quartieri come Palocco (Barba), Alberone (Frediani), Centocelle (Sabelli), Quarto Miglio (Verre), Quadraro (Carboni), Torpignattara (Cittadino, che però vive al convitto a Trigoria ed è cresciuto nel Pro Roma) siano avamposti del tifo giallorosso. Così come nello stesso quadrante sud est della città possono ascriversi i nomi di grandi società dilettantistiche dalla Tor Tre Teste (Terriaca, Pagliarini e Damiani), a Savio (Sabelli e Carboni), Romulea (Frediani e Verre), Morena (i gemelli Ricci, che però vivono a Talenti, Roma ovest), Axa (Rosato).

ROMANI DI PROVINCIA – C’è gruppetto di quattro ragazzi che arriva dalle propaggini cittadine: Orchi è di Civitavecchia, Pigliacelli è di Rignano Flaminio, Romagnoli di Nettuno – là dove esplose il talento di Bruno Conti – Ceccarelli di Fiano Romano. I natali sono romani, loro vivono con le famiglie fuori dal contesto cittadino (Pigliacelli sta al convitto a Trigoria). Pigliacelli che fino a dieci anni ha messo la maglia della Lazio, proprio come Ciciretti[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy