Marquinhos sbarca nella Capitale: «Roma è la svolta»

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport) Ha preso Twitter per una sala stampa, va di moda così: Marquinhos saluta il Corinthians, a diciotto anni la scelta che segna il passo verso l’età matura. «Sto andando via per giocare in Italia con la Roma, è stata una delle decisioni più sofferte della mia vita, ma dopo aver parlato con il mio agente e i dirigenti del Corinthians ho deciso per il bene della mia carriera», il congedo del brasiliano, prima di prendere il volo per la Capitale, atterraggio previsto all’alba. E’ quella di una nuova vita alla Roma, benedetta dal ds Sabatini e dal dg Baldini, maledetta dai sostenitori del Timao, che hanno fatto un bel fracasso per la partenza del gioiello: la sommossa farà piacere ai tifosi giallorossi, evidentemente non si tratta di un ragazzo qualunque.

 

ACCOGLIENZA – Questo difensore dallo scatto fulmineo e dai nervi saldi deve avere anche un cuore tenero: «Sono stati dici anni in cui sono cresciuto tantissimo, come giocatore e come uomo. Dico grazie a tutti, da chi mi rimetteva a posto la stanza nel ritiro delle giovanili, al più alto dirigente». Fine della favola in Brasile, ecco la prefazione a quella con la maglia della Roma: Marquinhos sarà accolto a braccia aperte a Trigoria, Zdenek Zeman gli ha già fatto sapere che lo metterà alla prova in prima squadra. In giornata dovrebbe essere ufficializzato l’acquisto, la formula prevede una sorta di prestito mascherato, a 1,5 milioni di euro, ma tra un anno – nonostante le dichiarazioni del Corinthians, più utili ad acquietare la piazza – il giocatore sarà della Roma per altri 3 milioni circa.

 

ALTRI AFFARI – Sarà una settimana intensa, quella che si apre oggi: dalle cessioni Sabatini può trovare le risorse per un ultimo sforzo in difesa, per quanto i giocatori che piacciono alla Roma, da Rolando ad Astori, passando per Ogbonna, sono ancora bloccati da valutazioni che superano i dieci milioni. Il futuro di Borriello è sempre in bilico, nonostante nelle ultime ore la Roma stia valutando il suo reintegro. Balla anche il destino di Bojan: gli spazi per lo spagnolo si sono ridotti, alla fine il sacrificato potrebbe essere lui, Tottenham e Milan hanno mosso i primi passi.

s.d.s.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy