Lamela e Cerci, destini incrociati

di finconsadmin

Uno poteva essere profeta in patria, l’altro pu? diventare il campione del futuro: Torino-Roma ? anche Alessio Cerci contro Erik Lamela, un incrocio fra destini diversi ma con una cosa in comune, la Roma. Come riporta l’edizione odierna del ?Corriere dello Sport?, l’argentino rappresenta il presente ed il prossimo futuro in casa giallorossa: “El Coco” agisce pi? o meno nella stessa posizione che poteva essere di Cerci, da esterno a sinistra, ma rispetto all'”ariete di Valmontone” coniuga una tecnica sopraffina ad una notevole confidenza in zona gol.

La crescita ? stata costante e con Zeman l’esplosione: avvicinato alla porta, ha saputo regalare 13 gol alla Roma, con conseguente interesse da parte di tantissimi club europei, Barcellona su tutti. La Roma non lo vender?, ma l’estate sar? sicuramente caldissima sul fronte del mercato.

 

Per Cerci la storia con la Roma ? finita presto, a 22 anni: con Ranieri il feeling era nato quasi subito, il tecnico di San Saba aveva intravisto nel giovane esterno un potenziale crack ma il cambio di gestione societaria ha portato il calciatore lontano da Trigoria. La sfida di Firenze si dipana tra alti e bassi ed ? a Torino che Cerci trova la consacrazione: c’? Giampiero Ventura in panchina, lo stesso allenatore che lo aveva scoperto a Pisa, e per l’ex primavera romanista si aprono le porte della Nazionale italiana come conseguenza di un campionato di altissimo livello. In estate il possibile ritorno a Firenze (? a Torino in prestito) ma gi? sono tante le squadre italiane (e non, basta guardare al Manchester City) pronte a rilevarne il cartellino.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy