Florenzi: “Una rete da ricordare tutta la vita”

di finconsadmin

Alessandro e la sua corsa dopo il gol. Mani fra i capelli. Rabbia, gioia. Un gol pazzesco, da sogno «Io in allenamento ci provo spesso. A tirare al volo mi trovo bene. Il difficile è riuscirci in una partita che vale tre punti. Se ci riprovo, ce la faccio ancora. Oddio, magari non sempre. Un paio di volte».

 

E’ lavoro ed è istinto. Il mestiere dell’acrobata. «Ho visto la palla volare, ho pensato che non c’era un altro modo di metterla in porta. Poi sono andato a esultare e mi è venuto in mente Fiorillo, il portiere della Sampdoria. Giovedì mi aveva strappato il tiro da dentro la porta. Ho pensato che se quel gol per questo è stato uno scambio allora ci ho guadagnato».

Un gol in rovesciata che sblocca la Roma in campionato, dopo la batosta di Torino,  ma  Alessandro Florenzi prosegue : “non ci balocchiamo con le ossessioni di rivincita, anche se ritroviamo la Juve in Coppa Italia. Loro vanno a ritmi irragionevoli. Noi possiamo ripetere i risultati del girone d’andata. Se arriviamo a 88 e la Juventus a 104 ci congratuleremo». Però – come evidenzia il Corriere dello Sport – non è detto. «No, perché dopo la sconfitta la Roma ha detto chiaro a tutti che non si arrende. Ha fissato il premio per lo scudetto. Ha preso Nainggolan che è pazzesco, sembra giochi da cinque anni con noi».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy