Bradley felice: può riprendersi la Roma

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – R.Maida) – Una gioia dopo l’altra. La prima è per la vita vera, quella che esce dai campi di calcio: è nato Luca, il suo primo figlio. Il massimo per un uomo. L’altra arriva dal lavoro, o se preferite dal gioco: la coscia è guarita e gli consente di mettersi a disposizione della Roma dopo quasi un mese e mezzo di assenza. Sono giorni finalmente allegri per Michael Bradley, dopo settimane di ansia da attesa. Da oggi, o al massimo domani, potrà allenarsi per benino e riconquistare il posto da titolare che aveva lasciato suo malgrado il 26 agosto, alla fine della prima partita di campionato contro il Catania.

ODISSEA – Era partito titolare, accanto a De Rossi e Pjanic, nel primo centrocampo di Zeman. Non era stato molto brillante. Ma aveva messo il piede nell’azione del pareggio a tempo scaduto di Nico Lopez. Un quasi assist, quel lancio per il fringuello uruguayano. Però era già finito ko, senza saperlo. Aveva una lesione profonda alla coscia, frutto di una ricaduta. Per spirito di servizio e per voglia di emergere aveva forzato i tempi di recupero da una contrattura aggravando la situazione. «E’ stato un infortunio gestito male, anche per colpa di Michael» ha confessato il procuratore, Alberto Faccini. Ora però sembra tutto finito. […]
LA SOSTA – Subito dopo, se non ci saranno inconvenienti, si metterà in viaggio verso Antigua dove la nazionale statunitense giocherà (il 12) una partita di qualificazioni mondiali. La Roma preferirebbe che non partisse ma di fronte agli impegni ufficiali è difficile intervenire. Gli Usa, tra l’altro, il 16 ottobre avranno lo scontro diretto per il comando del girone contro il Guatemala a Kansas City, perciò a un giocatore di qualità come Bradley il ct Klinsmann non può rinunciare.
IL DUBBIO – Per lo stesso motivo, la Roma dovrà gestire bene l’infortunio di Miralem Pjanic. Che è recuperabile per l’Atalanta ma potrebbe essere tenuto a riposo anche in previsione della chiamata alle armi della Bosnia, impegnata contro Grecia e Lituania nella rotta verso Brasile 2014. «La priorità in questo momento è stare bene per poter esserci domenica – ha detto Pjanic a un giornale del suo Paese, SportSport – quindi mi preparerò per le partite della mia Nazionale, per giocare già contro la Grecia. La lesione non è grave». Ricordando i precedenti, Sabatini è terrorizzato dall’idea che Pjanic parta. Quindi, se il problema muscolare non sarà stato risolto al cento per cento, i medici invieranno una documentazione alla federazione bosniaca nella quale verrà attestato il non completo recupero del giocatore. Il riposo agonistico sarebbe positivo anche per Pjanic, che avrebbe altre due settimane per ritrovare la migliore condizione fisica e atletica. Lo stato della sua convalescenza intanto sarà valutato oggi, alla ripresa degli allenamenti a Trigoria. […]
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy