“De Rossi non si muove”

di Redazione, @forzaroma

(Leggo – F.Balzani) «De Rossi non è sul mercato». Tra una sigaretta e una battuta sul gelo della Val Badia, il ds giallorosso Sabatini si fa serio quando si parla del centrocampista.

«C’è una negoziazione in corso che stiamo portando avanti con lui e il suo entourage, ma non lo venderemo. Anche a rischio di perderlo a parametro zero come capitato con Mexes. Sì, preferisco fare una trattativa lunga e dolorosa piuttosto che farlo partire oggi». La trattativa tra Sabatini e De Rossi è ripartita in questi giorni a Riscone. La Roma, su precisa richiesta di Luis Enrique, non lo vuole perdere e avrebbe fatto un passo in avanti rispetto alle richieste avanzate dal giocatore, proponendo un contratto di 4 anni a 5 milioni. Discorso diverso per Menez e Vucinic. Il francese oggi diventerà un giocatore del Psg (per 8 milioni): «È stata una scelta dolorosa, mi spiace di non aver avuto il tempo di seguirlo».

Anche l’addio di Vucinic sembra vicino: «È probabile e se ciò dovesse accadere, sarà per sua scelta. Mi dispiace perché è un grande giocatore. Estero o Italia? So che ha rifiutato una squadra italiana e credo che alla fine sceglierà di andare all’estero». La squadra italiana è il Napoli che meno di un mese fa aveva offerto 20 milioni alla Roma, quella straniera potrebbe essere il Manchester United, che oggi riceverà la visita del procuratore di Vucinic. Sempre oggi Sabatini cercherà di chiudere l’affare-Stekelenburg: «È un nostro obbiettivo, ma per ora è un giocatore dell’Ajax. Entro mercoledì comunque la Roma avrà un nuovo portiere». Il diesse ha anche parlato della querelle Totti-Baldini: «Non farò il mediatore perché i due si conoscono e si chiariranno tra loro. Le parole di Baldini? Da un certo punto di vista le condivido». Sul fronte societario Sabatini si dice tranquillo: «Sono sicuro che tutto si risolverà. Non ho sentore che possa saltare la trattativa e sto lavorando per la società che mi ha scelto. La trattativa andrà in porto, siamo ai dettagli».

A livello di budget di mercato, nessun problema: «È più che sufficiente per portare avanti il progetto». Che non riguarderà Pastore: «E’ un calciatore speciale, però non è un campione che potrà venire alla Roma. Detto ciò, la Roma si accorgerà presto di aver fatto uno scoop importante. Lamela può rappresentare quello che Pastore è stato per il Palermo due anni fa. Ve ne accorgerete».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy