Ok da Unicredit 54 milioni freschi Vendita inizi luglio

di Redazione, @forzaroma

(Gazzetta dello Sport-A.Capone) Nel giorno in cui lascia al d. g. Roberto Nicastro l’onore di annunciare risultati «anche di 10 punti superiori all’anno scorso» , l’a. d. di Unicredit Federico Ghizzoni

al termine del consiglio di amministrazione giudica «il file Roma tra i più importanti discussi. Il passaggio delle azioni al partner statunitense Tom DiBenedetto è confermato per i primi di luglio, oggi il cda ha espletato tutte le formalità previste» . E chiede a Paolo Fiorentino, il direttore operativo delegato per la Roma, di approfondire: «Abbiamo fissato il 4 luglio come giorno per il passaggio delle azioni. Ma negli Stati Uniti è il giorno del Ringraziamento: se si slitterà di poco è per questo» . Fenucci, Lecce e Juve DiBenedetto se qualcuno deve ringraziare è il primo gruppo bancario italiano e quinto d’Europa. Fiorentino spiega: «Oggi il cda ha approvato il finanziamento di 30 milioni alla new company Roma e di 10 alla holding a cui fa capo. Ha anche dato l’ o. k. a partecipare per il nostro 40% all’aumento di capitale di 35 milioni (14, ndr). Se occorrerà siamo pronti ad un aumento fino a 50» . A queste condizioni DiBendetto ha fatto un affare. Fiorentino: «La Roma è stata valutata in linea con i valori di mercato internazionale: 190 milioni come il Liverpool o come l’Arsenal senza considerare il poderoso piano immobiliare. Ma 90 sono di debiti…» . Fiorentino conferma l’arrivo dell’a. d. del Lecce Claudio Fenucci: «Il proprietario del Lecce Semeraro ci ha detto che è sotto contratto fino al 30 giugno. Il profilo è adeguato ai programmi di enorme sviluppo della Roma e di finanza se ne intende. E’ stato un valido nostro collega nel mondo bancario. E’ un target da portare a bordo» . Sarà direttore finanziario e delegato ai rapporti con la Lega A. Unicredit è advisor di Semeraro per la vendita del Lecce e fa da supporto alla Juve per l’aumento di capitale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy