Mediapro rassicura i club di Serie A

L’azienda catalana, che si è aggiudicata i diritti tv del campionato, nella veste di intermediario indipendente, il prossimo 26 aprile dovrà presentare una fideiussione da circa 1,2 miliardi

di Redazione, @forzaroma

Saranno giorni clou i prossimi per capire il destino del bando formulato da Mediapro per l’assegnazione dei diritti tv della Serie A per il triennio 2018/21, come scrive Marco Bellinazzo su Il Sole 24 ore.

Il prossimo 4 maggio il tribunale di Milano dovrà pronunciarsi nel merito del ricorso di Sky che intanto ha chiesto e ottenuto la sospensione della procedura, ritenendo illegittima la formulazione dei pacchetti effettuata da Mediapro.

L’azienda catalana, che si è aggiudicata i diritti tv della Serie A nella veste di intermediario indipendente (per un miliardo e 50 milioni a stagione), il prossimo 26 aprile dovrà peraltro presentare una fideiussione da circa 1,2 miliardi. I presidenti dei club temevano di subire un rinvio dell’adempimento, ma il socio fondatore di Mediapro Jaume Roures ha rassicurato la Lega sul fatto che i soldi saranno versati tempestivamente.

Se le perplessità espresse da Sky dovessero essere accolte dal tribunale il cammino per Mediapro in Italia diventerebbe più complicato. In questa eventualità alla società catalana non rimarrebbe che trovare una soluzione alternativa: o rimettendo mano al bando oppure puntando a un eventuale canale della Lega

La pay tv della galassia Murdoch, che sarebbe pronta a fare un’offerta importante per i diritti della A, contesta a Mediapro di aver confezionato nel suo bando dei prodotti audiovisivi di 270 minuti per ogni match, tramutandosi in un vero editore, titolare anche della raccolta pubblicitaria. Se Sky volesse il solo segnale clean delle gare e inserire gli spot dei suoi inserzionisti dovrebbe acquistare pacchetti opzionali, con rischio di esborsi non da poco non essendo peraltro stati indicati preventivamente i prezzi minimi. Per quanto riguarda l’altra pay tv italiana, Mediaset Premium, a detta dello stesso Roures parteciperà al bando per la Serie A, nononstante la pax commerciale siglata a Pasqua con Sky. A Cologno Monzese tuttavia si guarda con sempre più interesse al calcio da trasmettere in chiaro ef ree.

Dopo i Mondiali russi che trasmetterà in esclusiva, Mediaset è molto interessata a strappare alla Rai i diritti per la Coppa Italia e la Supercoppa. Proprio ieri la Lega ha ufficializzato il bando che prevede una base d’asta di 30 milioni a stagione per il triennio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy