Il titolo 2006 alla Roma? Non è giusto

di Redazione, @forzaroma

(La Gazzetta dello Sport – B.Tucci) – Un lettore mi pone via email una domanda: non ritiene sia giusto assegnare alla Roma il lo scudetto del 2006? In fondo, prosegue il messaggio, è la prima squadra in classifica immune da «pecche sportive» .

No, non è giusto, ed ecco perché: i campionati si vincono sul campo e non a tavolino e poi che piacere ci sarebbe a festeggiare un titolo di 5 anni fa? E poi dove nascerebbe l’entusiasmo della gente giallorossa per una vicenda quasi dimenticata? Infine, non rimarrebbe una macchia nella storia del calcio italiano, motivo per cui si potrebbe accusare la Roma di aver vinto il suo quarto scudetto solo perché la giustizia sportiva glielo avrebbe regalato? Insomma, i motivi sono tanti e plausibili. È meglio che i tifosi romanisti si concentrino sul campionato che sta per cominciare e che dovrebbe segnare un nuovo corso. Se ne sono andati i Sensi, ci sono gli americani e in panchina Luis Enrique, un tecnico giovane con idee rivoluzionarie. Il tifoso conservi l’entusiasmo per la stagione che dovrebbe dare molte novità alla Roma. Sarà un campionato diverso, proiettato nel futuro, un laboratorio e, comunque, un buon viatico per l’avvenire. Si possono gettare le basi per un ciclo che potrebbe durare a lungo e regalare quelle soddisfazioni che, francamente, non sono state numerose negli ultimi anni. Avremo tempo di verificare e di stilare un bilancio. Con un appuntamento che potremmo già indicare: il Natale, periodo nel quale, in genere, si tirano le prime somme

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy