E Luis chiede il dvd dei campioni

di finconsadmin

(Il Romanista – C. Zucchelli) – Ha già visto sei partite della Primavera, tra cui un derby. Adesso Luis Enrique, che è in vacanza al mare ma non si stacca mai dal suo pc, ha chiesto anche il dvd di Roma-Varese, la partita che ha regalato due giorni fa ai giallorossi il titolo di Campioni d’Italia.

La richiesta verrà accontentata nel giro di qualche giorno: ieri mattina il dvd con la finale era sulla scrivania di Walter Sabatini a Trigoria, tra poco sarà spedito anche all’allenatore spagnolo e ai suoi collaboratori. I quali, anche loro in vacanza, hanno già stilato un preciso programma di lavoro da mettere in pratica in queste settimane. Nel dettaglio, mentre Luis Enrique, in continuo contatto telefonico con Trigoria e con il suo collaboratore più stretto, De La Pena, pianificherà date del ritiro (a cui dovrebbero partecipare tra i neo scudettati Caprari, Antei, Viviani e Montini) e delle amichevoli e dirà la sua anche in chiave mercato, il suo staff sta mettendo a punto quello che sarà il metodo di lavoro non solo durante le due settimane a Riscone, ma anche durante tutta la stagione. In particolare, Luis Enrique ha già chiesto una scheda dettagliata su ogni giocatore attualmente presente in rosa: partite giocate, amichevoli comprese gol fatti, assist, falli ricevuti e commessi, con rispettivi cartellini. Il preparatore atletico, Rafael Cabanellas, sta già preparando dei metodi di allenamento piuttosto innovativi e personalizzati per ogni atleta. Attenzione quasi maniacale verrà dedicata all’alimentazione, sui cui Luis Enrique vuole avere, almeno a Trigoria, l’ultima parola. Non solo preparazione atletica, ma anche tattica.

Sono settimane di lavoro, queste, anche per il tattico Roberto Moreno, al quale è stato affidato il compito di preparare almeno una decina di video con gli schemi e i movimenti che Luis Enrique vorrà mettere in pratica. I primi saranno mostrati alla squadra durante il ritiro, poi, durante l’anno, se ne vedranno molti anche a Trigoria e l’intenzione è quella di far partecipare alle “lezioni” anche la Primavera e gli Allievi Nazionali con i rispettivi allenatori. I quali avranno un confronto diretto e quotidiano con Luis Enrique, che per i primi mesi della sua avventura romana non si sposterà da Trigoria. Proprio per non lasciare nulla al caso, visto che è abituato così. Ha colpito tutti per l’attenzione all’alimentazione (solo pasta al pomodoro, macedonia e caffè per lui, niente mozzarella né dolce) e alle strutture, tanto da aver chiesto informazioni persino sulle torrette che sovrastano i campi e da cui si riprendono gli allenamenti. Ha voluto visitare la sala video, gli studi televisivi, la palestra e le stanze, ha chiesto informazioni sulla connessione Internet e sui campi, l’unica cosa che non gli è sembrata perfetta. Non che sia una novità, visto che sia Spalletti sia Ranieri avevano manifestato il problema. La Roma li sta curando, farà in modo che per l’inizio della nuova stagione siano perfetti e che ci sia un mantenimento costante durante tutto l’anno. Proprio come succede a Barcellona.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy