Domani Unicredit dà il via libera ai contratti di finanziamento

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport – P.Torri) Domani sarà un altro, l’ennesimo, giorno importante per la cessione della Ro­ma, anzi meglio per la definizione di un pas­saggio di consegne.

Per quello che ci risulta, ieri non c’è stata nessuna conference call al­meno con gli americani, del resto prima di domani non possono esserci novità. Perché, domani, è previsto il Cda di Unicredit in cui si dovranno vistare i contratti di finanziamen­to come da accordi trovati a Boston il quindi­ci aprile scorso. Se tutto andrà come dovreb­be andare, già nella giornata di mercoledì al­lo studio Tonucci saranno consegnati i con­tratti di finanziamento. A quel punto, se non ci saranno sorprese nei termini dei contratti, serviranno massimo un paio di settimane per definire questo benedetto passaggio di conse­gne agli americani. Tom DiBenedetto non ve­de l’ora di tornare a Roma per cominciare a fare il presidente. Il suo arrivo coinciderà an­che con la presentazione ufficiale di Luis En­rique e dei primi acquisti della nuova Roma. Il tutto dovrebbe avvenire nei primi dieci giorni di luglio. Eventuali slittamenti, alme­no per quello che assicurano entrambi le par­ti in causa, sono quantificabili in pochi gior­ni, certamente non in settimane, tanto meno sino al mese di agosto, cioè oltre quel termi­ne del trentuno luglio che era stato firmato e controfirmato negli accordi bostoniani.

MYROMA – C’è da dire anche che nei giorni scorsi, mister DiBenedetto ha ricevuto una lettera (tredici pagine), mittente MyRoma, cioè quello che vuole essere l’azionariato po­polare della società giallorossa, un percorso cominciato già da diversi mesi e che grazie al grande lavoro che i responsabili stanno svol­gendo sta cominciando a coinvolgere un nu­mero di tifosi sempre più alto. Il documento spedito a DiBenedetto è un invito a una mag­giore collaborazione e partecipazione dei ti­fosi con una serie di questioni sulle quali la nuova società dovrà lavorare nel prossimo futuro per migliorare l’offerta e i servizi per la sua tifoseria. Cinque i punti principali: lo stadio, politiche di abbonamento e ticketing, l’importanza della tradizione, mercheandi­sing e sviluppo internet, strategie di comuni­cazione e maggiore coinvolgimento del tifoso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy