D’Alessandro: Roma tornerò da te più forte

di Redazione, @forzaroma

(Corriere dello Sport/Atc – G.Massone) – Walter Novelli­no lo vuole alla sua corte. E il fantasista Marco D’Ales­sandro, classe 1991, aspetta e spera. Una chiamata che dovrebbe esserci fra pochi giorni. Con la Roma siamo ormai ai dettagli.

E lui con il cuore in gola confida: «Sono sicuro che ri­tornerò a giocare nel Livorno» . Prime parole scaricate con convinzione e sicurezza. « Per conto mio non ci sono problemi. Con il Livor­no sono pienamente d’ac­cordo, aspetto soltanto di andare a Milano per firma­re il nuovo contratto» .

Tempi lunghi o brevi?

«Penso proprio che siamo arrivati alla fase finale. Li­vorno e Roma devono sol­tanto trovare l’intesa su al­cuni particolari. Domenica o lunedì sarò sicuramente in ritiro a Bra».

Ad esempio, cessione de­finitiva o comproprietà

. «Penso che si stia parlan­do del prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Il mio procuratore Alessan­dro Lucci mi tiene sempre informato. A me non inte­ressa tanto l’aspetto della forma con cui stanno par­lando le due società quanto il fatto di poter avere via li­bera e cominciare a fare gli allenamenti con Novelli­no ».

Un tecnico con il quale ha subito trovato il feeling e che la stima molto…

« Il mister è molto bravo nel suo lavoro. Purtroppo è venuto a metà campionato ma è riuscito a ridare sicu­rezza e un gioco alla squa­dra portandola a un solo punto dai play off».

Perduti a Padova in ma­niera sfortunata…

« Proprio così. Perché il rigore che ci è stato dato nel recupero proprio non c’era. Ma devo aggiungere, a onor del vero, che abbiamo la­sciato troppi punti in casa e sono stati determinanti».

Che campionato sarà il prossimo?

«Difficile per tutti coloro che lotteranno per la pro­mozione diretta. Un po’ co­me quello appena archivia­to perché ci sono sempre delle squadre capaci di mettere in difficoltà chiun­que e puntare in alto. Certo, con Sampdo­ria, Brescia, Bari, Torino e Reggina la lotta al verti­ce sarà sicu­ramente in­candescente ».

E il Livorno?

« Leggo i giornali e sono aggiornato. Il presidente metterà a disposizione del mister un gruppo competi­tivo. Non vedo l’ora di co­minciare, di ritrovare i miei vecchi compagni con i qua­li mi sono trovato a meravi­glia. Esiste già un’intesa sot­to l’aspetto del gioco e que­sto è indubbiamente un vantaggio».

Cosa stai facendo in que­sto periodo?

«Svolgo degli allenamenti con un preparatore di atleti­ca in attesa della chiamata decisiva. Con la Roma avrei la convocazione il 12 luglio. Ma credo che per quella da­ta sarò in ritiro con il Livor­no ».

Le ambizioni di D’Ales­sandro?

« Deve essere la mia an­nata, quella della mia com­pleta maturazione. Voglio essere un protagonista. Es­sendo un tornante offensi­vo posso capovolgere il gio­co della squadra e creare una superiorità numerica nella fase offensiva. Novel­lino mi conosce per cui riu­scirà a sfruttare le mie qua­lità. Le società puntano sui giovani. E fanno benissimo. Non devo farmi sfuggire questa occasione per poi tornare alla Roma da prota­gonista ».

Sarai ancora convocato nell’Under 21?

« Ferrara mi apprezza, penso proprio di sì. Anche questa è un’altra sfida che voglio vincere».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy