Clichy è del City. Si pensa ad Insua

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – V.Valeri) Gael Clichy sarà un giocatore del Manchester City. Roberto Mancini, infatti, è riuscito a convincere il terzino sinistro francese, proveniente dall’Arsenal, e assicurarsi le sue prestazioni dalla prossima stagione.

Inutile il pressing finale di Walter Sabatini, il giocatore ha preferito rimanere in Inghilterra e il dettaglio decisivo per la sua scelta è stata la partecipazione del City alla Champions League. L’offerta economica della Roma, sia all’Arsenal che a Clichy, era infatti del tutto identica a quella dei Citizens, ma ha prevalso il fascino del palcoscenico europeo. Adesso, però, il ds giallorosso ha necessità di trovare un giocatore che sia in grado di sostituire al meglio John Riise, in partenza per Southampton ma attualmente “congelato”.

Lo spagnolo Josè Angel Valdes, seppur valido, non ha l’età né l’esperienza adatte per partire subito come titolare della nuova Roma di Luis Enrique. Un nome che potrebbe fare comodo a Trigoria è quello dell’argentino Emiliano Adrian Insùa Zapata, 22 anni, di proprietà del Liverpool dal 2007 dopo aver fatto le prime esperienze calcistiche nelle giovanili del Boca Juniors. In possesso del passaporto spagnolo, Insùa ha trascorso l’ultima stagione in prestito al Galatasaray, col quale ha disputato 16 match in campionato.

A volerlo al Liverpool era stato Rafa Benitez, che nel gennaio di 4 anni fa lo acquistò con la formula del prestito per 18 mesi, ma già nel 2008 l’allenatore spagnolo decise di metterlo sotto contratto alla luce del titolo vinto con la formazione delle riserve. In tre anni e mezzo passati fianco a fianco con Gerrard & Co., il terzino argentino ha disputato 46 incontri di Premier e 6 di Champions, oltre a 4 di Europa League. Da quando è in Europa, Insùa ha segnato una sola rete,nella sconfitta per 2–1 rimediata agli ottavi di Curling Cup contro l’Arsenal il 28 ottobre 2009.

Il suo valore di mercato si dovrebbe aggirare intorno ai 4 milioni e mezzo di euro, cifra leggermente inferiore a quanto aveva offerto la Fiorentina la scorsa estate, quando Corvino era riuscito a chiudere l’affare con i Reds. Il trasferimento, però, sfumò i primi di agosto a causa delle richieste del ragazzo, che pretendeva un biennale da 2 milioni di euro: un’esagerazione per la dirigenza toscana, che rinunciò. Successe lo stesso, poco dopo, con il Genoa: troppe pretese, addio Emiliano. Fermo restando, quindi, l’interesse di Walter Sabatini per lui, le possibilità che arrivi a Roma vanno di pari passo con le sue richieste: il club giallorosso ha un tetto a 2 milioni di euro esclusi i premi – trattamento dal quale sono esenti Totti e De Rossi, per ora – , ma crediamo che difficilmente Sabatini voglia offrire una tale cifra ad un difensore di 22 anni che ha ancora molto, se non tutto, da dimostrare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy