Baldini all'assalto di Higuain

di finconsadmin

(Leggo-F.Balzani) Neymar al Real è cosa fatta, Vucinic e Aguero alla Juve quasi. E Higuain? L’attaccante argentino, corteggiato nelle ultime settimane proprio dalla Juventus, a Madrid è di troppo.

Mourinho non ha mai nutrito per lui particolare stima e l’arrivo del baby-fenomeno brasiliano lo relega al ruolo di terza punta, dietro a Benzema e allo stesso Neymar. L’insofferenza del giocatore ha fatto drizzare le antenne a Franco Baldini che portò Higuain in Spagna nel 2007 e con il quale ha mantenuto negli anni uno splendido rapporto.
«El Pipita» (come viene soprannominato l’argentino) era stato già cercato negli scorsi mesi dal futuro dirigente generale giallorosso quando con il Real si era parlato di un possibile scambio con De Rossi. Ma il corteggiamento tra Higuain e la Roma era nato già nel corso della scorsa stagione come conferma Josè Alberti, esperto di calcio sudamericano: «L’anno scorso avevo offerto Gonzalo alla Roma, lui aveva voglia di venire ma alla fine non se ne fece nulla. Poteva arrivare con la formula del prestito oneroso con un diritto di riscatto fissato a 10 milioni». Lo stesso percorso che intende intraprendere oggi Baldini per arrivare al numero nove richiesto da Luis Enrique. Sempre dando per scontata la partenza di Borriello.

Ieri il ds giallorosso Walter Sabatini ha rivisto le dichiarazioni rilasciate venerdì scorso in conferenza stampa: «Borriello è il più forte centravanti italiano e ce lo vogliamo tenere stretto. E’ un problema nella Roma solo perché è molto forte e richiede uno spazio che forse nessuna squadra gli può garantire. Comunque parlerò con il giocatore nei prossimi giorni. Il Napoli? Probabile che me lo chieda». Parole che puntano a non deprezzare il valore di Borriello comunque destinato all’addio.
Tra una frenata e l’altra per gli attaccanti inseriti in quota da qualche giorno («Ramirez appaga il mio senso estetico ma non è una priorità») e qualche silenziosa conferma («Lamela è molto giovane, ma fa già cose importanti»), Sabatini ha rinviato ogni discorso relativo a Vucinic. Sul montenegrino però è piombata con forza la Juve, disposta ad avvicinare la richiesta della Roma che è di 25 milioni. Con la cessione di Vucinic, Sabatini avrebbe la disponibilità economica (senza intaccare il budget) per mettere sul piatto i 35 milioni utili ad arrivare a Pastore, mentre per il prestito di Bojan si attende a giorni una risposta definitiva da parte del Barcellona.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy