Nainggolan tira il fiato. “No” alla chiamata del Belgio

Il Ninja, a causa di un affaticamento muscolare al flessore della coscia destra, quindi resterà a Trigoria e salterà la sfida alla Bosnia di Dzeko

di Redazione, @forzaroma

Troppo stanco, anche per la nazionale. Dopo due panchine consecutive (Astra e Inter) Nainggolan ha preferito rinunciare al Belgio per riprendere fiato dopo un anno vissuto di corsa che lo ha visto in campo per più di 60 partite tra Roma e nazionale. Il Ninja, a causa di un affaticamento muscolare al flessore della coscia destra, quindi resterà a Trigoria e salterà la sfida alla Bosnia di Dzeko anche se non è esclusa una convocazione per il match contro Gibilterra qualora le condizioni dovessero migliorare.

Nel frattempo proseguiranno le trattative per un rinnovo che tarda ad arrivare (anche domenica segnalato l’agente Beltrami all’Olimpico).

Spalletti intanto ha concesso due giorni di riposo alla squadra fissando la ripresa degli allenamenti a giovedì con un doppia seduta, stesso programma venerdì e fine settimana libero. Il tecnico in vista di Napoli proverà a recuperare Vermaelen che continua a lottare contro la pubalgia. Ruediger potrebbe tornare in gruppo e il 22 è previsto il suo ritorno in campo nel match della Primavera contro il Novara.

(F.Balzani)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy