Ilary Blasi in fuga dal flop. Mikonos meglio di Balalaika

Sabato forfait sospetto. E Paola Ferrari s’indigna: “Condurre il Mondiale è un onore non un onere”

di Redazione, @forzaroma

Si è pensato alla febbre del sabato sera, ma non stava male. Perché è apparsa in splendida forma in un collegamento e in un post su Instagram con Totti da Mykonos, come riporta Leggo.

Ha salutato il co-conduttore Nicola Savino e ha dato appuntamento all’indomani. Il giallo dell’assenza di Ilary Blasi alla ripresa della programmazione di Balalaika ha sorpreso tutti.

Anche la comunicazione di Canale 5 che l’aveva annunciata in grande spolvero, dopo qualche giorno di sosta forzata per dare spazio ai Wind Summer di piazza del Popolo che Ilary ha condotto dal vivo subentrando ad Alessia Marcuzzi, e in tv alla staffetta con Tiki Taka Russia, portato al successo da Pierluigi Pardo su Italia 1 con ascolti superiori alla stessa Balalaika.

Qualcuno è pronto a giurare di aver visto Ilary molto nervosa per il flop di ascolti. Del resto è stato un rischio sceglierla per una trasmissione sportiva, quando – Pardo a parte il Biscione può schierare Sandro Sabatini, Giorgia Rossi (che sta andando benissimo al pomeriggio) e Mikaela Calcagno, parcheggiata al tiggì di Sport Mediaset.

Tra coloro che più si sono indignate per l’assenza di Ilary Blasi c’è Paola Ferrari, che di trasmissioni Mondiali se ne intende: “Ma dov’è Ilary? In vacanza? Dopo 4 giorni di stop del programma! Io facevo 35 giorni senza respirare! Condurre il Mondiale è un onore non un onere”, ha commentato in un post su Fb. La Ferrari aveva punzecchiato Balalaika anche dopo la prima puntata quando non avevano fatto vedere gli occhi di Cristiano Ronaldo prima di calciare la punizione gol.

(M.Castoro)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy