Di Francesco ricomincia dal 4-3-3

Pastore e De Rossi out. Il tecnico: “Conta il gruppo non il modulo. Trequartista? Ho anche Zaniolo e Coric”

di Redazione, @forzaroma

Mantenere l’equilibrio e cambiare pelle a partita in corsa”. Sono questi i due ingredienti che Di Francesco cercherà di proporre pure in Champions dopo la bella vittoria di sabato con la Lazio, come riporta Leggo.

Giusto festeggiare perché una vittoria nel derby vale doppio. Ma ora conta l’equilibrio nell’atteggiamento e nel lavorare di squadra” ha detto ieri il tecnico.

Non è detto che per farlo bisognerà usare lo stesso modulo. Pastore e De Rossi torneranno solo dopo la sosta e ieri sono stati visitati a Villa Stuart rispettivamente per risentimento al polpaccio e infiammazione al ginocchio. Contro i cechi, quindi probabile il ritorno al 4-3-3 con Pellegrini e Cristante ai lati di Nzonzi, anche se Di Fra non esclude altre vie: “Possiamo alternare tranquillamente i due sistemi. Dipende dall’avversario e dal momento della gara. Come trequartista c’è anche Zaniolo, e attenzione a Coric, un altro che sta crescendo molto negli allenamenti”.

Occhio quindi al croato, l’unico della rosa a non essere ancora sceso in campo (esclusi i portieri e Bianda ormai relegato in Primavera impegnata oggi in Youth League contri i pari età cechi alle 14,30 al Tre Fontane). Pure Kolarov non è al top, potrebbe quindi toccare a Santon spostato a sinistra. “Davide è l’esempio che pur non giocando ma allenandosi bene si possono fare grandi prestazioni. Voi avevate parlato di preparazione sbagliata ma secondo voi come è possibile che in 6 giorni la squadra sia cambiata così tanto fisicamente? Era una questione di testa”.
(F. Balzani)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy