Squadra a riposo, decide Fonseca. Poi il tour de force col nodo-Dzeko

Sorpresa per il giorno di pausa concesso dal tecnico. De Rossi loda Pellegrini: “Può essere il nostro erede”

di Redazione, @forzaroma

Dopo quello concesso domenica, Fonseca ha dato ieri un altro giorno di riposo alla squadra. Un modo per far rifiatare i giocatori prima del tour de force legato alla ripartenza dell’Europa League, ma una decisione che ha un po’ spiazzato i vertici societari, scrive Francesca Ferrazza  su La Repubblica.

La Roma è reduce dalla netta sconfitta contro la Juventus, a seguito della quale si è discusso molto sulla soddisfazione mostrata da tecnico e squadra per la prestazione fatta vedere a Torino. Superficialità o consapevolezza della propria forza? Sarà il tempo a dirlo, il dibattito è ancora aperto, e già domenica contro l’Udinese i giallorossi avranno la possibilità di riprendere il loro cammino in campionato.

Quel che è certo è che dentro Trigoria c’è stata sorpresa per il giorno di riposo concesso in mezzo alla settimana, come segnale da mandare all’esterno e come messaggio per il gruppo non tenuto troppo sulla tensione emotiva. Saranno i risultati come sempre a dare il verdetto finale, all’interno di un periodo asfissiante per le tante partite.

Contro l’Udinese tornerà a disposizione Pellegrini, con la Juventus fuori per squalifica. E’ in attesa di un incontro con i Friedkin per rinnovare e blindare il suo contratto, giocatore sul quale la proprietà vuole costruire il futuro, affidandogli la responsabilità — che di fatto già ha raccolto nello spogliatoio dopo il caso Dzeko — di trascinare il gruppo da leader. “È uno che sta cambiando, Lorenzo, come parla, come gioca. È uno che si prende le sue responsabilità senza paura, sta provando a raccogliere l’eredità mia e di Totti“. Le parole di Daniele De Rossi su Pellegrini fotografano meglio di tutto l’evoluzione del giocatore e dell’uomo,

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy