La Curva sud attacca: “Ci annientano, Pallotta è complice”

«Con le nuove norme volute dal questore e dal prefetto — attaccano gli ultrà — non sarà più possibile una coreografia, sventolare una bandiera, lanciare un coro dalla balaustra o scendere cinque file esultando per un gol, perché altrimenti si rischia la diffida»

di Redazione, @forzaroma

A tre settimane dall’inizio del campionato, a quattro dalla prima in casa contro la Juventus, gli ultrà della Roma scendono nuovamente in campo contro la divisione della Curva Sud, imputata al prefetto Gabrielli che ha dato l’ordine per assicurarsi maggiore controllo all’interno del settore.

«Vogliono annientare la curva sud e la Roma non ci tutela», il comunicato dei tifosi.  «Con le nuove norme volute dal questore e dal prefetto — attaccano — non sarà più possibile una coreografia, sventolare una bandiera, lanciare un coro dalla balaustra o scendere cinque file esultando per un gol, perché altrimenti si rischia la diffida». E, come riporta l’edizione odierna de “La Repubblica”, tra i nemici degli ultrà compare anche il presidente Pallotta, “colpevole”, di aver puntato l’indice contro i responsabili di cori beceri, di striscioni incivili, della chiusura della curva romanista in più occasioni: «Ha cambiato il nostro simbolo per il merchandising e per il suo tornaconto personale, ci ha chiamati fottuti idioti senza conoscere le nostre ragioni. Ma dov’era quando ci hanno sequestrato a Napoli o quando a Rotterdam anziché allo stadio ci hanno accompagnato in questura?». Per chiudere, un monito: «Noi andiamo avanti, non piegheremo e nostre bandiere». La Roma intanto ha dovuto concedere la possibilità di riconsegnare l’abbonamento a chi l’aveva già sottoscritto.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. grikorio - 5 anni fa

    aprile 2015: il lancio di 2 bombe carta nel derby torinese da parte della
    curva juventina sul settore granata fa 11 feriti.
    1 mese dopo, la Corte Sportiva di Appello grazia la curva e la società degli
    Agnelli e riduce la squalifica inflitta dal Giudice Sportivo da 2 a 1
    giornata, per non rovinargli la festa scudetto.
    4 mesi dopo, oggi il “Collegio di Garanzia dello Sport”, Presidente Franco
    Frattini ex Ministro di Berlusconi, sospende la squalifica residua di 1
    giornata della curva juventina: potranno festeggiare la Supercoppa nella
    1a giornata della Serie A 2015/2016.
    la Repubblica parla sempre molto di legalità, specie ai tempi di Frattini
    al Governo: questione di priorità…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy