Infantino chiama Maradona e Buffon: “Totti? Dipende dal suo rapporto con l’inglese”

Il presidente della Fifa lascia la porta aperta anche al capitano della Roma: “Un campione così, quando deciderà di ritirarsi, potrà fare tutto quello che vuole”

di Redazione, @forzaroma

La rivoluzione della Fifa di Infantino è sempre più palese: cancellata l’era Blatter, in cui gli ex campioni venivano tenuti fuori dal governo del calcio mondiale, il loro coinvolgimento sta diventando massiccio. Infantino ha scelto Boban come braccio destro e Van Basten come responsabile delle innovazioni regolamentari, ma non intende fermarsi qui. Intervistato da Sky, ha annunciato i prossimi obiettivi: Maradona, Ronaldo e Buffon. Il presidente della Fifa ha rivelato la volontà di cooptare il brasiliano, in un ruolo al momento segreto: «Per Ronaldo abbiamo già individuato una posizione importante». Sarebbe una grande novità anche Maradona: «Abbiamo intenzione di coinvolgere Diego», ha spiegato Infantino. Anche sull’ipotesi Totti non ci sono preclusioni, ma l’idea è tutta da valutare, scrive Currò su “Repubblica“: «Un campione così, quando deciderà di ritirarsi, potrà fare tutto quello che vuole. Bisogna vedere com’è il suo rapporto con l’inglese, che alla Fifa è la lingua ufficiale».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy