Dzeko-Perotti, il gol è d’autore

La qualificazione ai sedicesimi di Europa League della Roma è arrivata anche grazie alle perle del bosniaco e dell’argentino, due reti da Puskas Award

di Redazione, @forzaroma

La Roma va sull’altalena: in Italia cammina a singhiozzo, in Europa viaggia spedita. Con un turno d’anticipo è arrivata la qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League, grazie ai quattro gol segnati al Viktoria Plzen e alle due perle di Dzeko e Perotti. Due magnifici gol, quasi da videogame. Il gol del bosniaco arriva grazie ad un affondo sulla destra, seguito da frenata sulla linea di fondo, stop, ritorno indietro e sinistro diagonale sul palo più lontano: una perla. Quindici gol in diciannove partite, il modo di ripagare la fiducia del mister, l’ex Manchester City, l’ha trovato, scrive Fabrizio Bocca su “Repubblica“.

Perotti, invece, con il gol di rabona ha rievocato il suo connazionale e omonimo Diego Armando Maradona. Un cross o un tiro? Poco importa, quando la palla ha gonfiato la rete gli occhi dei tifosi si sono illuminato e a tutti è spuntato un sorriso, pensando a che razza di giocata è uscita all’argentino. Se fosse arrivato qualche giorno prima, il gesto del monito sarebbe potuto entrare nella lista dei migliori 10 gol al mondo del 2016, per i quali la FIFA assegna il Puskas Award. La rabona di Perotti sarebbe potuta benissimo stare tra le geste di Messi o di Neymar, per una Roma da videogioco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy