Chi ha paura di ricordare le vittime

Chi ha paura di ricordare le vittime

Roma-Spal, impedito l’ingresso a bandiere e magliette di Aldrovandi

di Redazione, @forzaroma

Il volto di Federico Aldrovandi? Vietato. È successo sabato, allo stadio Olimpico di Roma, e non era la prima volta: i tifosi della Spal, che il loro giovane concittadino ucciso a botte da quattro agenti se lo portano dietro dappertutto, sono stati bloccati ai tornelli. Lui non può entrare (e alcuni ultras, per protesta, han preferito restare fuori).

Come riporta “La Repubblica”, il messaggio è chiarissimo: ricordare le vittime innocenti delle forze dell’ordine è un comportamento potenzialmente eversivo. Mica come sventolare le croci celtiche e i simboli delle SS, che ormai da decenni fan parte del panorama in tutte le curve. Eppure, piaccia o no a chi pretende di governare gli umori delle masse (le società di calcio? Le agenzie che forniscono gli steward? Le questure?), tacitare migliaia di persone è impossibile.

(M. Contini)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy