Fenucci: «Stek resta, Borriello vedremo»

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – G.Dell’Artri) Almeno una cessione. E’ questo l’obiettivo della Roma a quattro giorni dalla chiusura del mercato. A Trigoria ritengono che le operazioni in entrata siano pressoché terminate – a meno che non capiti qualche occasione all’ultimo minuto, come accaduto un anno fa con Pjanic e Borini – mentre c’è ancora da lavorare per snellire la rosa e di conseguenza il monte ingaggi.

 

Non è una novità che, Perrotta a parte (il centrocampista per adesso non si vuole muovere, difficile cambi idea in questi giorni) i nomi indiziati a lasciare Trigoria sono due: Borriello e Bojan.

 

Solo due perché ieri l’ad Claudio Fenucci ha tolto Stekelenburg dal mercato. «Marteen resta sicuramente con noi». Parole chiare, quelle di Fenucci che non lasciano spazio ad interpretazioni. Il portiere titolare della Roma sarà l’olandese. In uscita la situazione più complicata riguarda Marco Borriello. Nel pre-partita di Roma-Catania sempre Fenucci ha detto: «Per Borriello ci sono diverse soluzioni in ballo, tra queste anche la Fiorentina. Le valuteremo in settimana…». Con queste dichiarazioni, sommate alla mancata convocazione di ieri, appare chiaro che Zeman non consideri Borriello idoneo al suo progetto. L’ingaggio che percepisce, quasi quattro milioni netti, è una zavorra non solo per la Roma ma anche per qualsiasi società che volesse prenderlo. Almeno in Italia. In Inghilterra si era parlato di Tottenham ma Villas Boas ha chiuso ogni possibilità: «Noi non cerchiamo attaccanti».

 

In serie A ci sarebbe la possibilità di un ritorno a Torino ma Marotta cerca altre punte: dopo aver sperato in van Persie, Dzeko e Suarez ha ripiegato su Llorente. Se non arrivasse lo spagnolo potrebbe ripensare a Borriello, ma come si presenterebbe poi davanti ai tifosi? Il Milan con Pazzini sembra a posto così, l’Inter idem, la Fiorentina potrebbe accelerare in queste ore viste le difficoltà per arrivare a Berbatov. Ma Borriello per Montella e Pradè non è una prima scelta e, soprattutto, i Della Valle non hanno intenzione di accollarsi un ingaggio così oneroso. La Roma dovrebbe contribuire e a Trigoria non fanno certo i salti di gioia. La società sta lavorando anche su uno scambio con l’Inter: a voi Borriello, a noi Julio Cesar. Si può fare, a patto che il brasiliano si abbassi l’ingaggio. Per la soluzione ci sarà da aspettare massimo quattro giorni. Aspetta anche Bojan. Il ragazzo vorrebbe restare e decidere il suo futuro tra 12 mesi quando scadrà l’accordo col Barcellona, chi gli è accanto non è dello stesso avviso. Per lui, così come per Stek, qualche timido sondaggio dall’Inghilterra e dalla Spagna. Niente di più. Almeno per ora, d’accordo col Barcellona, non si muove.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy