Smalling: “Razzismo, male da estirpare”

Smalling: “Razzismo, male da estirpare”

Il difensore: “Ci deve essere un cambiamento, occorre un cambio generazionale, e che i giovani imparino a comportarsi in un modo diverso”

di Redazione, @forzaroma

Il razzismo è inaccettabile, va estirpato”. Non ha certo paura di prendere posizione Chris Smalling, difensore giallorosso arrivato nelle ultime ore di mercato in prestito dal Manchester United. “Penso che non sia un problema solo italiano, ma di tutto il mondo. Ci deve essere un cambiamento, occorre un cambio generazionale, e che i giovani imparino a comportarsi in un modo diverso. È triste che questo accada in tempi moderni” come riporta Il Corriere della Sera.

Con la stessa chiarezza, e personalità, ha spiegato quale può essere il suo ruolo nella Roma. “Sono qui per vincere l’Europa League, l’ho già vinta e mi piacerebbe rifarlo. Penso di essere adatto al gioco di Fonseca, mi piace una squadra che pressa, con il difensore aggressivo, pronto e rapido. È un tipo di calcio che mette responsabilità sui centrali, penso sia adatto alle mie qualità“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy